Felipe: Mandi friulani

Felipe: Mandi friulani

«Alcuni dirigenti passano e rimarranno un nome su una scrivania. I protagonisti veri sono quelli che rimangono sul campo anche dopo aver tolto la maglia». Una risposta piccata a chi gli ha sbattuto la porta in faccia quando ha chiesto di prolungare il contratto di un anno: Gino Pozzo.

1 Commento

Felipe non ci sta. Si sente tradito dal club, come del resto tutti – tifosi e anche qualche giornalista – ha sottolineato. Il friulano d’adozione dopo aver dato tutto per due anni, risultando di fatto il miglior difensore in rosa è stato ceduto alla Sapl. Solita questione di spiccioli.

Lui con  stile ha voluto salutare tutti con un video. Senza lesinare critiche a una persona in particolare. «Sono arrivato a Udine che ero un ragazzo, poco più di un bambino – ha scritto il difensore passato alla Spal –, ora vado via a 32 anni da uomo. Ho girato diverse squadra, ma sono tornato da dove ero partito: Udine. Questa terra, questa città mi hanno dato tutto, mi hanno fatto sentire a casa». Qui ha messo su famiglia e tornerà quando smetterà di giocare. «Avrei voluto fortemente finire con voi a Udine la mia carriera, non è stato possibile e non per volere mio – ha puntualizzato –. Vi dico grazie e mandi (il saluto in lingua friulana ndr), non addio». Poi l’affondo finale: «Alcuni dirigenti passano e rimarranno un nome su una scrivania. I protagonisti veri sono quelli che rimangono sul campo anche dopo aver tolto la maglia». Una risposta piccata a chi gli ha sbattuto la porta in faccia quando ha chiesto di prolungare il contratto di un anno: Gino Pozzo.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 3 settimane fa

    Francamente non capisco.
    C’era un contratto con opzione di rinnovo. L’opzione è stata esercitata, mi sembra.
    Pertanto Felipe, avesse voluto, poteva rimanere.
    Aveva la possibilità di scegliere fra 1 anno di contratto o 3, ha scelto il contratto più lungo (comprensibile ovviamente).
    Forse sarebbe rimasto con un prolungamento di 2 anni? Può darsi.
    Rimane comunque una scelta sua.
    Detto questo, da parte mia, un grandissimo in bocca al lupo per il proseguimento della carriera di un giocatore che ha sempre il Friuli nel cuore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy