Hallfredsson: “Ora siamo più convinti nei nostri mezzi”

Hallfredsson: “Ora siamo più convinti nei nostri mezzi”

Emil Hallfredsson è certo: “Non voglio screditare il lavoro di Stefano Colantuono, ma ora siamo più convinti dei nostri mezzi. La Samp? Ogni tanto bisogna picchiare, e con la Sampdoria potrebbe essere una partita del genere”

L’islandese di ghiaccio, Emil Hallfredsson, non ha dubbi su come l’Udinese debba affrontare la Samp:  «Ogni tanto bisogna picchiare, e con la Sampdoria potrebbe essere una partita del genere», ha detto a Il Gazzettino dove racconta anche le emozioni della vittoria sul Napoli.  «Eravamo nella zona dei pullman, tutti insieme, prima di entrare negli spogliatoi. Sentivo un sapore particolare. Era quello della vittoria. Già dal mattno si capiva che avremmo fatto una grande partita. Non poteva essere altrimenti».

Il merito, secondo Hallfredsson, è di De Canio: «È arrivato, e ha dato a tutti più tranquillità. Non voglio screditare il lavoro di Stefano Colantuono, ma ora siamo più convinti dei nostri mezzi. È un fatto. Io sono contento, nel 3-5-2 mi trovo benissimo. A Verona ho vissuto un altro esonero ma su di me non aveva sortito lo stesso effetto. Il mister ha lanciato un messaggio: chi si allena gioca, chi non lo fa sta fuori. Totò, e ci mancherebbe, è ancora il nostro capitano. Ma l’atteggiamento del nostro allenatore è positivo per tutta la squadra».

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy