L’Udinese allunga la striscia, il Genoa sprofonda

L’Udinese allunga la striscia, il Genoa sprofonda

Quinto risultato utile per i bianconeri che liquidano i liguri grazie a un perentorio 3-0, frutto della doppietta “sporca” di De Paul e della rete di Zapata. Raggiunta la fatidica quota 40 punti

Baciata dal sole. L’Udinese ha vissuto un altro pomeriggio di festa allo stadio Friuli. Vittima designata il Genoa di Mandorlini, apparso davvero in grande difficoltà fin dall’avvio di gara. Davvero eccezionale, invece, il rendimento della formazione di Gigi Delneri che ha conquistato il quinto risultato utile consecutivo, confermando i progressi delle ultime giornate e raggiungendo la fatidica quota dei 40 punti. Scavalcato il Chievo (battuto ieri dalla Juventus per 2-0), i friulani rimangono a quattro lunghezze di distacco dal Torino, vittorioso contro il Cagliari. Con De Paul in stato di grazia, con il ritorno di Thereau e di Zapata-gol, il prossimo impegno sabato al San Paolo contro il Napoli profuma di autentico “big-match”.

Cronaca. Come annunciato alla vigilia del match, Delneri re-inserisce Karnezis in porta (assente mnelle ultime gare per un infortunio alla mano), mentre conferma Angella in difesa accanto a Widmer, Danilo e Samir; la novità più interessante è a centrocampo dove “riappare” tra i titolari Lucas Evangelista, al posto dello squalificato Jankto, accanto ad Hallfredsson e Badu; in attacco accanto a De Paul e Zapata si rivede Thereau, recuperato dall’infortunio all’adduttore lungo della coscia destra. Mister Andrea Mandorlini risponde con Rubinho tra i pali; Izzo, Munoz, Burdisso e Laxalt in difesa; Hiljemark, Cofie e Rigoni a centrocampo; Morosini e Tcham alle spalle di Simeone. Al  sesto minuto si registra la prima conclusione della partita: è Laxalt conclude dal limite, il pallone finisce fuori alla destra di Karnezis. Al 13′ arriva la risposta dell’Udinese con una conclusione di Thereau che impegna Rubinho, incerto nell’uscita. Al 18′, dopo aver perso maldestramente una palla a centrocampo, Thereau recupera con una grande chiusura difensiva su Simeone. Due minuti dopo l’Udinese passa in vantaggio: Zapata riceve nella metà campo avversario, tocco indietro per De Paul che dal limite dell’area grande scarica un destro potente e ben calibrato sul quale Rubinho non può intervenire. Al 31′ i bianconeri raddoppiano: corner battuto dalla destra, riceve Angella al limite dell’area grande, conclusione ribattuta dalla difesa del Genoa, recupera palla Zapata che si gira indisturbato e conclude a botta sicura per il 2-0. A inizio ripresa l’Udinese trova il 3-0: al quarto minuto De Paul batte un corner dalla sinistra, sul pallone si avventa Rubinho che pasticcia e si lascia scivolare il pallone alle spalle. All’11’ si registra un infortunio a Samir, costretto a uscire in barella: al suo posto entra Gabriel Silva. Nel Genoa, invece, entrano Pandev e Palladino per, rispettivamente, Hiljemark e Morosini. Successivamente entreranno anche Felipe ed Heurtaux per l’Udinese e Veloso per gli ospiti. Nei minuti finali il Genoa prova a spingere ma trova la difesa bianconera sempre ben posizionata. La gara, dunque, si chiude con la contestazione a Preziosi, lanciata dai supporters liguri e condivisa anche dai sostenitori di casa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy