Meret: “Le mie caratteristiche? La freddezza e la lucidità durante la partita”

Meret: “Le mie caratteristiche? La freddezza e la lucidità durante la partita”

Alex Meret protagonista con l’Italia U19 si racconta: “Ho solo 19 anni, devo migliorarmi ancora tanto sotto ogni punto di vista”

Commenta per primo!

Alex Meret è stato il protagonista assoluto con l’Italia U19 all’esordio dell’Europeo di categoria. Per il portiere friulano ora c’è solo questo obiettivo, poi quando rientrerà in Friuli deciderà definitamente dove andare in prestito il prossimo anno, con la Spal candidata principale.

Intervistato dai canali telematici della Nazionale, Meret parla proprio dell’esordio azzurro a Stoccarda“Contro la Germania è stata una gara difficile, sofferta, dove è venuta fuori la grinta, la coesione e lo spirito di sacrificio del nostro gruppo. Nel nostro Europeo ci sono squadre dotate di un tasso tecnico più alto, perché magari possono contare su alcuni giocatori che, militando già nelle massime divisioni dei rispettivi paesi, hanno maturato più esperienza ad alti livelli. Ma, come abbiamo dimostrato contro la Germania, che probabilmente è la squadra più forte del girone, noi possiamo battere chiunque“.

Le mie caratteristiche? La freddezza e la lucidità durante la partita. Ma, avendo solo 19 anni, devo migliorarmi ancora tanto sotto ogni punto di vista. La miglior parata contro la Germania? Probabilmente quella nel secondo tempo, dove ho tolto il pallone dall’incrocio dei pali, dopo un colpo di testa ravvicinato da calcio d’angolo“.

Il ragazzo è stato premiato dal CT Conte, partecipando al ritiro pre-Europeo con la nazionale maggiore: “E’ stata un’esperienza tanto bella quanto inaspettata. Mi sono allenato con grandi campioni, dai quali ho cercato di imparare tanto, e ne ho ascoltato i consigli. Sono stati pochi giorni, ma intensi, che mi hanno aiutato a crescere“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy