Pozzo compie trent’anni…”Sono speranzoso, abbiamo preso gente di talento”

Pozzo compie trent’anni…”Sono speranzoso, abbiamo preso gente di talento”

Paròn Pozzo festeggia i 30 anni alla guida dell’Udinese. Con nuove ambizioni per sfidare gli stranieri che stanno arrivando nel nostro calcio

1 Commento

Paròn Pozzo festeggia i trent’anni alla guida dell’Udinese. Un traguardo storico, che lo pone cimeli presidente più longevo della massia serie, considerando anche che Berlusconi, che lo precede di due mesi nella guida del Milan, presto potrebbe passare il testimone ai cinesi. « Li conosco bene: venti anni fa avevo delle aziende in Cina. Hanno spirito imprenditoriale e capitali, ma penso che il fenomeno calcio, per come lo intendiamo noi in Europa, sia di difficile comprensione per loro», ha raccontato al Messaggero Veneto.

Con l’Udinese che si vuole rilanciare: «Vero abbiamo interrotto il discorso perché non abbiamo saputo rinnovarci. Ora abbiamo ripreso: spero che il cocktail giovani-vecchi sia decisamente più esplosivo rispetto alle ultime stagioni. E sono speranzoso, abbiamo preso gente di talento. Nella scorsa stagione mi sono reso conto che è meglio avere un giovane motivato che un calciatore anche esperto ma a fine carriera: questione di motivazioni, non di etica professionale».

Poi lo sguardo spazio in avanti, ai prossimi anni, decenni: «Una società pronta a sfidare anche i capitali stranieri. Anche i cinesi. Abbiamo le conoscenze e gli strumenti per farlo. La struttura societaria che adesso viene orchestrata dai miei figli, Gino e Magda, è solida e con lo stadio di proprietà possiamo far parte delle realtà del calcio italiano già proiettate verso il futuro».

Infine qualche rimpianto:  «Rimpiango la Coppa Italia del 2005, in semifinale ci siamo consegnati alla Roma. La Coppa Uefa del 2009? No, la coppa che ci manca è quella che doveva portarci Spalletti».
L’Udinese più forte? «quella del terzo posto nel 1998, con Poggi, Bierhoff e Amoroso là davanti».

GRANDI CALCIATORI – Nell’Era Pozzo hanno indossato la maglia bianconera fior di giocatori tra cui ricordiamo Totò Di Natale, Alexis Sanchez, Oliver Bierhoff e Marcio Amoroso e tanti altri che hanno scritto la storia dell’Udinese.

I NUMERI – Dal 1986-87 l’Udinese di Pozzo ha disputato 1084 gare di campionato tra A e B, conquistando 395 affermazioni e 321 pareggi; le sconfitte sono 368. E’ in attivo anche il saldo tra gol fatti, 1413 e quelli subiti, 1378.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 8 mesi fa

    Auguri e grazie Paròn.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy