Rigotto: “Il modello Udine è interessante”

Rigotto: “Il modello Udine è interessante”

“Abbiamo rifatto lo stadio nello stesso sito senza mangiare pezzi di territorio e non sono quindi serviti soldi per fare infrastrutture”, ha spiegato il project manager, Alberto Rigotto

Commenta per primo!

Alberto Rigotto ha visto nascere il nuovo stadio Friuli, e a TMW il project manager bianconero ha spiegato nuovamente le tappe che hanno portato a oggi: “A livello burocratico è stato complicatissimo, visto che ci abbiamo lavorato dieci anni, mentre solo in un anno lo abbiamo costruito. Ci siamo arrivati grazie alla buona volontà delle istituzioni e ad una società con i numeri a posto; c’è stata grande passione da parte della famiglia Pozzo. Il modello Udine è interessante: abbiamo rifatto lo stadio nello stesso sito senza mangiare pezzi di territorio e non sono quindi serviti soldi per fare infrastrutture. In più il modello è un misto pubblico-privato: il pubblico mette a disposizione una vetustà e il privato mette i suoi soldi per rifare uno stadio che viene utilizzato dalla squadra di calcio”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy