Rossitto: “Finalmente un friulano sulla panchina dell’Udinese”

Rossitto: “Finalmente un friulano sulla panchina dell’Udinese”

«E’ il momento di capire cosa l’Udinese voglia fare da grande, vincere contro il Napoli significherebbe volare verso un capionato da Europa»

Commenta per primo!

Altro ex di Napoli e Udinese, il primo a tracciare la strada tra il Friuli e la Campania è Fabio Rossitto: «E’ il momento di capire cosa l’Udinese voglia fare da grande, vincere contro il Napoli significherebbe volare verso un capionato da Europa», ha affermato a Il Gazzettino. «Sabato sarà il crocevia della stagione, e se fossi in Maurizio Sarri inizierei seriamente a preoccuparmi. Senza una punta vera il Napoli soffre, mentre l’Udinese adesso va a mille. Se i ragazzi di Gigi Delneri dovessero vincere si incanalerebbero verso un campionato sorprendente. Se escludiamo le prime quattro in classifica non vedo squadroni così superiori ai bianconeri. Vincendo sabato e andando bene fino a fine dicembre l’Europa League non è impossibile».

«Sabato succederà di tutto – conclude l’ex centrocampista di Udinese e Napoli – giocheranno due squadre che corrono all’impazzata. Il Napoli ha tanti giocatori tecnici, l’Udinese riparte velocemente. Ci sarà da divertirsi, nessuno spazio per la noia. Poi il Napoli a Udine ha una storia negativa e secondo me soffrirà anche stavolta».

Infine una battuta su Delneri: «Finalmente è arrivato un friulano sulla panchina bianconera. Non vedevo l’ora e mi dispiace che sia successo così tardi, anche per l’età anagrafica di Delneri. E’ un grande allenatore che sta facendo capire ad un gruppo fatto quasi interamente da stranieri cosa voglia dire giocare e vivere in Friuli. Sta trasmettendo i valori della nostra terra e fa bene anche a parlare in friulano. Sono tutte cose che servono. E’ un’inversione di rotta che riguarda tutto l’ambiente».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy