Soldati: “La colpa della stagione è di tutti”

Soldati: “La colpa della stagione è di tutti”

Il presidente Soldati analizza i problemi di questa stagione (“Magari non si sono integrati gli acquisti”), ma parla anche di futuro. E sul diesse: “Giaretta sicuramente rinnoverà il contratto con noi. Resterà all’Udinese”

di Redazione

Il presidente dell’Udinese, Soldati, ha fatto il punto sulla stagione che non si sta di certo rivelando memorabile per i colori bianconeri:  “Magari non si sono integrati gli acquisti. La colpa è un po’ di tutti, mica dell’allenatore o di qualcuno. È stata un’annata particolare, dovuta ad un ricambio importante dei giocatori. Sicuramente non vivremo queste situazioni il prossimo anno“, ha ammesso a TMW.

Per il futuro quindi, parecchi movimenti in vista:  “L’Udinese si muove tutto l’anno sul mercato. Abbiamo giovani che al di fuori della nostra rosa giocano bene in altre squadre, penso a Zielinski. Siamo fiduciosi, chiudiamo bene questo campionato e poi per la prossima stagione vediamo di fare felici i nostri tifosi“.

Una annata costellata anche dal finale di Di Natale“Totò non è difficile da gestire. È una persona seria. Viene centellinato da De Canio perché magari trova difficoltà a trovare continuità, ma abbiamo ancora bisogno di lui. Il futuro? Dobbiamo vedere esattamente cosa vorrà fare lui e aspettiamo le indicazioni di Carpeggiani (l’agente, ndr) prima di muoverci. Sicuramente non abbiamo problemi né con lui e né con il suo procuratore. E non vedo Totò con la maglia di un’altra squadra, ma se gli offrissero un contratto milionario a Dubai o da altre parti sarebbe giusto riflettere. Però ci piacerebbe se restasse“.

Infine anche un commento sulle voci sul direttore sportivo: “Giaretta è il nostro direttore sportivo e non abbiamo nessun problema. Sicuramente rinnoverà il contratto con noi. Resterà all’Udinese“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy