Stramaccioni: Ci manca un rigore. Poi c’è stato l’episodio che ha deciso la gara (VIDEO)

Stramaccioni: Ci manca un rigore. Poi c’è stato l’episodio che ha deciso la gara (VIDEO)

Commenta per primo!

Andrea Stramaccioni ai microfoni di Mediaset Premium ha commentato per primo la sconfitta contro i rossoneri: “Siamo stati in difficoltà nel primo tempo, nella ripresa abbiamo preso le misure e siamo stati più aggressivi. Abbiamo avuto qualche occasione per colpire il Milan, ci manca il rigore per un fallo su Badu. Poi c’è stato l’episodio che ha deciso la gara, non tanto per il rigore ma per l’espulsione di Domizzi. Credo che quello su Honda non sia fallo da punire col penalty, adesso però voltiamo pagina e pensiamo alla prossima gara”. 

La prossima gara con l’Inter? “Il mio presente si chiama Udinese, ma l’Inter occuperà sempre un pezzetto del mio cuore”.

ARadio Rai,commenta ancora  i tanti episodi arbitrali di San Siro: “Nel primo tempo il Milan ha giocato meglio di noi, nel secondo tempo siamo entrati in campo bene. Purtroppo poi c’è stato il calcio di rigore. Io sono molto onesto di solito, ma questa volta gli episodi sono stati decisivi. Il rigore di Honda è stato discutibile, l’espulsione di Domizzi è incomprensibile.

In conferenza stampa sui tiri in porta risponde che “se la palla esce di poco, vuol dire che Gejio ha tirato così come Menez”

Una squadra nervosa: “Il calcio è strano, il Milan non vinceva da 5  gare e ora fanno altri discorsi. Diciotto punti sono quello che meritiamo, dovevamo fare una gara perfetta. Nel primo tempo se avessimo preso gol non avrei detto nulla, la ripresa, invece è iniziata diversamente, anzi eravamo più pericolosi noi. Se avessimo avuto la fortuna di capitalizzare il rigore su Badu…Poi Invece è arrivato quello per loro e la partita è cambiata. La reazione di Domizzi? Facciamo finta che fosse rigore, il regolamento parla chiaro, l’espulsione è inspiegabile. Rispetto l’arbitro, ma perché rosso, già il giallo sarebbe stato sufficiente. Prima il rigore negato, poi espulsione e rigore si sarebbe innervosito chiunque”.

Pozzo è stato duro, Allan ha accusato la mancanza di contropiede: “Sul presidente sono d’accordo, con Valeri sono fortunato, ho preso un po’ di rigori con lui. c’è poi il rigore col Cesena, quello col Palermo, ma il rigore non deve distogliere l’analisi. Il primo tempo meritavano, il secondo tempo avevamo iniziato bene, l’espulsione di Domizzi arriva poi in un ruolo in emergenza. Cercavamo di tenere Kone dietro a Totò, Thereau aveva mettere in difficoltà il loro terzino, i più grandi pericoli sono arrivati da Menez, difficile da marcare. Anche alla Roma faceva così, è un campione”

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy