Thereau ammette: “Ci manca molto uno come Allan”

Thereau ammette: “Ci manca molto uno come Allan”

Lunga intervista di Cyril Thereau che parla a tutto campo: dal campionato, alla Coppa Italia, fino ovviamente all’Udinese e a Di Natale. Ammettendo che quest’anno Allan manca molto

Commenta per primo!

Cyril Thereau è l’uomo dell’anno in casa bianconera: dopo tante stagioni di regno da parte di Totò Di Natale, il 2015 ha dato lo scettro del gol al francese, capocannoniere anche in questa stagione. “Cinque gol, due assist … Non male. A livello individuale, credo sia una stagione molto buona. Ma a livello di squadra il discorso è più complicato. L’ultima vittoria contro il Torino è stata importantissima. Siamo tornati a centro classifica  e le  prime due partite del prossimo anno sono accessibili. Se le vinciamo, possiamo davvero metterci  in buone condizioni per il futuro“.

Monsieur Thereau, in una lunga intervista a Sofoot parla come gioca, davvero a tutto campo. A cominciare dalla Coppa Italia, dove l’Udinese è stata eliminata, ma dove Carpi e Alessandria stanno andando avanti in un tabellone che andrebbe riformato: “Sì, e spero che possa cambiare presto la prospettiva verso questa Coppa, serve  un cambiamento. Quando si sente parlare di Coppa Italia, tutti dicono la stessa cosa, dagli allenatori ai giocatori, si capisce che a loro non importa, sono demoralizzati perché non hanno alcuna possibilità di vincere. Da quando sono arrivato, il sistema favorisce solo le grandi squadre, oggi all’improvviso c’è questo exploit con squadre di B e di C che avanzano. In Francia, può sembrare normale, ma non in Italia. Le grandi squadre iniziano tutte al quarto turno, giocando per di più in casa“.

Il discorso poi passa al campionato con l’Inter che comanda, anche se nell’ultima gara ha subito un brusco ko: “Quando ha giocato contro di noi, onestamente, ha vinto ma abbiamo fatto un sacco di errori individuali. Almeno tre gol regalati. Senza di questi  avremmo ottenuto un buon risultato. Sono molto robusti, fisicamente, sono al di sopra di tutti. Sono difficili da superare, ma attenzione al ritorno della Juventus. Penso che sia ancora la favorita“.

Anche Rudi Garcia alla Roma non e la passa bene: “Dipenderà dalle prossime partite. Quando abbiamo giocato contro la Roma ad inizio stagione l’ho trovata impressionante. Avevo parlato con Radja (Nainggolan, ndr), e mi ha detto che andava tutto bene, che Garcia è un buon allenatore, sentiva che quest’anno era loro. Ma oggi non sembra così, ma penso che le vacanze gli faranno bene. Speriamo che si riprenda perché Garcia ha fatto un buon lavoro in ogni caso“.

Dalla Serie A all’Udinese, casa Thereau. A questa squadra forse manca più di quanto si immagini Allan: “Sì, penso che ci manca in questa stagione per poter fare meglio. Questo è il tipo di giocatore che fa la differenza, effettua un numero altissimo  di assist, saltando le linee. Attualmente difendiamo bene, segniamo gol, ma il gioco è meno fluido. E per questo, ci manca molto“.

Infine Di Natale, suo compagno d’attacco, che sta soffrendo: “Gli anni cominciano a farsi sentire. E ‘strano non vederlo segnare un gol un campionato dopo tante settimane.  Ha 38 anni, non è facile fare la differenza a questa età. È vero, è sempre importante, aiuta la squadra,  riesce sempre a fare giocate incredibili, ma vediamo tutti che sotto porta la cosa si sta complicando“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy