Udinese, col Chievo gara da non fallire. Calendari a confronto

Udinese, col Chievo gara da non fallire. Calendari a confronto

La corsa salvezza dell’Udinese conta sui punti da fare col Chievo e la Fiorentina. Guardando a Carpi, Frosinone e Palermo la prossima giornata può essere chiave

La prossima è una di quelle giornate che nel bene o nel male possono risultare decisive. La 33/ma giornata mette in scena infatti tante gare chiave per la corsa salvezza: Carpi-Genoa, Verona-Frosinone, Juve-Palermo e Udinese-Chievo.
Due squadre su quattro, tra quelle che oggi lottano (Carpi, Frosinone, Palermo e Udinese) si salveranno. I rosanero sembrano allo sbando e col Verona appaiono i candidati maggiori ad andare in B. Per Carpi e Frosinone la corsa è più sui bianconeri, visto che entrambe sono in vantaggio negli scontri diretti, per questo la squadra di De Canio non può più fallire e deve mantenere quanto meno le distanze.

L’UDINESE non deve guardare in casa d’altri: con altri 4 punti da qui alla fine può considerarsi virtualmente in salvo e la gara con i clivensi è una di quelle da non fallire. De Canio avrà tutta la rosa a disposizione, non cu saranno alibi per le assenze, per cui i bianconeri sono chiamati in casa a ripetere la partita fatta col Napoli. La squadra di Maran arriva salva al ‘Friuli’, ma non per questo demotivata. Vuole finire al meglio la stagione e non è una squadra che regala molto.
Ma l’Udinese ha l’occasione per arrivare a quota 37 e sentirsi davvero con un piede al sicuro. Fallire, invece, significherebbe trovarsi a guardare i risultati delle altre.

IL CARPI ospita il Genoa che ha messo il sigillo sulla salvezza: sarà una sorta di finale per gli emiliani, che fin qui hanno ottenuto 14 punti nel ritorno, un bottino che ha permesso loro di tornare prepotentemente in corsa, anche se i limiti strutturali sono evidenti. C’è un solo risultato a disposizione anche per la squadra di Castori, per poi attendere quello dell’Udinese che comunque andrà ad affrontare all’ultima giornata. La speranza per il Carpi è arrivare a quel punto a meno tre dai bianconeri, ma serve dare prova di esserci nelle gare chiave.
Dopo questa ci saranno nell’ordine Milan, Empoli, Juve, Lazio e Udinese, solo vincendo la prossima ci sarebbe la forza morale per affrontare le altre.

IL FROSIONE va a Verona: altra gara da non  perdere per i ciociari che però in trasferta non hanno fatto mai un granché bene. Il Verona se perde è in B e in casa davanti ai suoi tifosi non vorrà sprofondare definitivamente. Ma se perde o anche solo pareggia, il colpo sarà duro. Il calendario è di quelli da sfruttare: oltre all’Hellas, poi trasferta col Chievo, quindi il Palermo in casa. Poi Milan, Sassuolo e Napoli per le ultime chance.

IL PALERMO è una polveriera. Dopo un campionato come queso appare davvero un’impresa salvarsi. La Juve alla prossima giornata può diventare una pietra tombale. Poi ci sarà l’Atalanta e lo scontro diretto col Frosinone, quindi Samp, Fiorentina e Verona. Il calendario non è male, ma la condizione generale è pessima, e può contare più che per tutte le altre concorrenti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy