Udinese: Colantuono mescola le formazioni. E si rivede Ranégie

Udinese: Colantuono mescola le formazioni. E si rivede Ranégie

Nella consueta partitella del giovedì Stefano Colantuono continua a mascherare la possibile formazione che giocherà contro la Lazio. Intanto si rivede Ranégie

Commenta per primo!

Anche questa settimana la partitella infrasettimanale con la Primavera di mister Mattiussi non ha dato certezze assolute. Stefano Colantuono, infatti, mescola le carte, prova alcuni elementi nel primo tempo, altri nella ripresa, insomma chi cercava rispose deve attendere probabilmente domenica quando lo speaker del ‘Friuli‘ leggerà l’undici iniziale.

Nonostante i ballottaggi che permangono le indicazioni sono comunque arrivate: la prima è che Zapata e Thereau giocheranno in attacco, la seconda – come anticipato – è l’impiego di Heurtaux in difesa.

Nel primo tempo il tecnico di Anzio ha schierato Karnezis tra i pali; Piris, Coppolaro e Felipe; Edenilson, Kone, Lodi, Kuzmanovic e Adnan in mediana; Perica e Aguirre davanti.
Nella ripresa, invece, ha mandato in campo Romo con  Wague, Danilo ed  Heurtaux in difesa: Widmer, Badu, Guilherme, Fernandes e il redivivo Armero in mediana, quindi davanti la coppia che domenica sarà titolare, ovvero Zapata e Thereau.

Al di là delle cinque reti messe a segno (doppiette di Zapata e Fernandes) le indicazioni principali arrivano dalla mediana, dove Kuzmanovic e Kone sembra che si giocheranno una maglia accanto a Badu e Lodi. Il neo arrivato è parso in discrete condizioni, ma è evidente che gli manca il passo della gara.

I restanti allenamenti (venerdì pomeriggio e le rifinitura di stato mattina) daranno le ultime indicazioni. Intanto anche oggi, come previsto, i sono allenati a parte Di Natale (che domenica comunque dovrebbe essere convocato) Domizzi e Pasquale.

ad19a230fdce1fe4c7e46dde64ac2ceb
Immagine dall’allenamento odierno (©IlMino)

 

Da segnalare la presenza al Bruseschi di Ranégie, rientrato a Udine dopo il prestito al Watford: non sarà lui il rinforzo per l’attacco, questo è certo.

Infine il cartello esposto per la squadra da Gigi Nardini, il tifoso sosia di Pavarotti: “Siamo con voi!“. Anche questo è il Bruseschi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy