Udinese, la squadra che verrà

Udinese, la squadra che verrà

L’Udinese che inizierà il campionato è ancora indecifrabile, ma si può azzardare un’idea di formazione che non sarebbe affatto male

1 Commento

Proviamo a immaginare l’Udinese che verrà con una formazione tipo, ovviamente con tutti i benefici del dubbio dati dal mercato. Dunque, Karnezis in porta; difesa con Heurtaux, Angella e Felipe e con Samir e Angella di scorta; mediana con Foulquier, Fofana, Valdifiori, Hallfredsson e Adnan; attacco con Thereau e Zapata o magari un mister x che potrebbe ancora arrivare.

Se le prime indicazioni derivanti dalle trattative verranno confermate, la squadra a disposizione di Iachini avrà volti nuovi in ruoli chiave. In difesa, dove si è sofferto troppo (anche a causa di una mediana ‘rilassata’) e soprattutto in mezzo. Valdifiori sarebbe il regista che sulla carta manca da troppo tempo. Le parole di Lodi sul suo futuro fanno presagire che il napoletano sa bene che la concorrenza sarà tanta, e uno come l’ex Empoli è da considerare una garanzia.

Una scommessa con i favori dei Bookies è Fofana: l’abbiamo visto all’opera a Lignano un anno fa con la maglia del Bastia e i centrocampisti dell’Udinese non riuscivano a stargli dietro. Ok, una rondine non fa primavera, ma il biglietto da visita è di quelli importanti

Dalla galassia della Holding in arrivo Foulqueir e El Arabi. Il primo è un laterale destro molto dinamico, ma serve capire se ha le caratteristiche anche per spingere oltre che per difendere (nasce infatti come terzino). El  Arabi ha segnato 14 reti in Liga l’ultima stagione, il suo curriculum è di tutto rispetto, tanto che lo vorrebbero anche grossi club. Rimarrà però solo se va via Zapata, ma potrebbe garantire almeno 10 gol, gli stessi che si spera faccia Thereau. E con Angella di nuovo a casa, altri 5-6 gol possono arrivare dalla difesa. Insomma tre quarti potenzialmente di quanti ne ha fatti l’Udinese quest’anno.

La formazione sopra citata è ancora un’ipotesi, ma se verrà confermata di certo un  passo in avanti sarebbe stato fatto. Ma tra il dire e il fare c’è di mezzali mercato, con tanti giocatori ancora da vendere. Questo è il cruccio maggiore: che elementi oramai alla fine di un ciclo non riescano a essere venduti.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 11 mesi fa

    Balic? Primavera?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy