Udinese, nervi saldi

Udinese, nervi saldi

Tra oggi e domani le ultime scelte, ma soprattutto nervi saldi. Perché il pericolo numero uno da affrontare per l’Udinese,e è la stessa Udinese.

Danilo ci sarà. Alla fine ci sarà anche a Cagliari perché la squalifica di Felipe non permette troppi lussi.  «Non perderà la fascia di capitano, perché ha capito di aver sbagliato», ha aggiunto il ds Bonato chiudendo il caso. Che comunque rimane un segnale. Questa Udinese già l’anno scorso aveva avuto qualche deriva nervosa, oggi Delneri è chiamato a tenere le redini ben salde, perché come spesso citiamo “questo è u spogliatoio difficile”. Parola di Pozzo.

Dunque a Cagliari con Danilo, ma anche con Samir che gli sarà accanto come era nei progetti iniziali. Delneri tenta di mischiare le carte, ma gli assi sembra capire dove siano. Widmer a destra per riprendersi la fiducia dopo i due errori gravi col Napoli, Adnan  il redivivo a sinistra. A proposito dell’iracheno, l’agente ha smentito ogni ipotesi di cessione a gennaio. Bene, ma è ora che il Bale di quelle parti inizi a capire che la disciplina tattica è fondamentale tanto quanto la tecnica.

In mezzo Kums e Fofana, con Jankto che sta scalzando Badu nelle preferenze. Poi l’attacco con il punto interrogativo De Paul: il giocatore più sostituito della Serie A può essere utile in una gara che sarà di fioretto, ma anche di sciabola? Forse uno come Matos potrebbe essere più utile, senza dimenticare Perica, magari con un Thereau più arretrato e una coppia di panzer davanti.

Tra oggi e domani le ultime scelte, ma soprattutto nervi saldi. Perché il pericolo numero uno da affrontare per l’Udinese,e è la stessa Udinese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy