L’Udinese supera il Terek Grozny davanti a Pozzo

L’Udinese supera il Terek Grozny davanti a Pozzo

Il patron bianconero ha assistito all’amichevole tra i bianconeri e il team dell’ex Torje. In gol Badu, Ewandro, Perica (su rigore) e Jankto. Kuziaev e Torje per gli ospiti

Udinese, finta timida. E’ terminato 4-2 il confronto amichevole disputato questo pomeriggio allo stadio Friuli tra la formazione di Gigi Delneri e i russi del Terek Grozny. Sotto lo sguardo attento del patron Gianpaolo Pozzo, presente allo stadio assieme al direttore generale Franco Collavino e al direttore sportivo Nereo Bonato, i bianconeri hanno superato i russi per 4-2, grazie alle reti di Badu, Ewandro, Perica (su rigore) e Jankto. Apparsi meno aggressivi e spavaldi dei colleghi del Terek, i friulani sono riusciti a far emergere, con il passare dei minuti, il maggior tasso tecnico, seppur rischiando (e subendo) qualcosina. Si è trattato, comunque, di un test importante per aggiungere minuti nelle gambe dei giocatori meno impiegati finora e per testare la condizione di alcuni elementi (vedi Thereau), in vista del confronto di domenica pomeriggio al Friuli contro il Sassuolo.

Delneri schiera Scuffet tra i pali, Widmer, Angella, Heurtaux e Adnan in difesa, Badu, Kums ed Evangelista in mediana; mentre Udinese Terek Grozny Torjein attacco Matos, Ewandro e Perica. I primi pericoli, però, arrivano dal Terek che tenta la conclusione dalla grande distanza in un paio di occasioni, trovando un attento Scuffet. L’Udinese, però, trova la rete del vantaggio al 19′, grazie a un’azione personale di Emmanuel Badu bravo ad approfittare di una dormita della difesa russa e a insaccare alle spalle di Gorodov. Al 24′ il Terek sfiora il pareggio con un tiro di Kuziaev che scende di poco oltre la traversa. La formazione russa continua a spingere, rendendosi pericolosa in paio di circostanze che costringono Scuffet a intervenire più volte in pochi minuti. Nella ripresa, Delneri richiama Widmer, Kums, Badu ed Evangelista e inserisce Gabriel Silva, Balic, Fofana e Jankto. Passano solo quattro minuti e l’Udinese trova il raddoppio grazie a Ewandro, sfuggito al controllo della spigolosa difesa russa. Al 16′ Delneri effettua un altro cambio: entra Thereau, al posto di Ewandro. La formazione bianconera perde qualche metro, ne approfitta Kuziaev che accorcia al 27′. L’Udinese, però, ristabilisce le distanze al 34′: Gabriel Silva entra in area e viene atterrato in modo irregolare, l’arbitro Zanonato assegna il rigore che Perica trasforma con un rasoterra che spiazza il portiere del Terek. Quattro minuti più tardi l’Udinese dilaga: Adnan calcia una punizione dai 25 metri, Perica in scivolata sulla linea di fondo tiene il pallone in gioco e serve Jankto che, da pochi passi, insacca per il 4-1. Al 44′ arriva anche il gol dell’ex, Torje, autore di uno splendido pallonetto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy