Una Udinese sempre più vecchia

Una Udinese sempre più vecchia

Commenta per primo!

Una cosa è certa: la frase ‘questa Udinese è giovane, serve pazienza’ non regge. L’arrivo dato per certo di Francesco Lodi accresce ulteriormente l’età media della rosa e con il centrocampista gli ultraterreni a disposizione di Colantuono salgono a nove (oltre all’ex Parma, anche Di Natale, Domizzi, Pasquale, Thereau, Danilo, Iturra, Felipe e Karnezis).
Dietro a loro gli under 21 sono solo sei. Escludendo, ovviamente i Primavera, in rosa ci sono Meret, Perica, Evangelista, Aguirre, Ali Adnan, Fernandes e Widmer. Di questi solo gli ultimi tre si giocano una maglia.

In attacco la coppia Thereau-Di Natale conta 69 anni, la più vecchia della massima serie.
Un avanzamento dell’età media che conferma una tendenza consolidata nelle ultime tre stagioni. Nel 2012/13, infatti gli ultraterreni in rosa erano solo quattro con ben 13 Under 21. Nel 2009/10 gli over erano tre, sempre 13 gli under.
Per trovare tanti giocatori sopra i trenta dobbiamo risalire alla stagione 2005/06 (altro anno difficile), quando gli over erano sei, ma gli under rimanevano tredici.
Ancora più significativa la stagione 1998/99 quando c’era un solo ultra trentenne (Calori) e cinque Under 21, con una rosa attestata tra i 22 e i 28 anni.

Insomma questa Udinese invecchia e dal mercato arrivano giocatori non di certo giovanissimi: Marquinho ha 29 anni, Piris 26, Edenilson 25, Zapata e Insua 24. Tutti con esperienze internazionali alle spalle, per cui per nessuno regge l’alibi seducente che deve fare esperienza.
Oggi, quindi, l’età avanza confermando la tesi di chi dice che il club non è più nemmeno un trampolino di lancio per i giovani. (Getty Images)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy