Nicola: “Basta lussi, dobbiamo solo pensare a far punti”

Nicola: “Basta lussi, dobbiamo solo pensare a far punti”

Le parole del tecnico friulano in conferenza stampa

di Redazione

Le parole del tecnico friulano in conferenza stampa:

Contro la Samp mi hanno soddisfatto i primi venticinque minuti, poi abbiamo sbagliato atteggiamento. A proposito della contestazione dei tifosi, vogliamo essere costruttivi, c’è attaccamento e c’è modo di manifestarlo e loro lo fanno civilmente. Ovviamente vorrei che tutti ci sostenessimo a vicenda, alla fine di questa protesta vorrei che tornassero a sostenerci. Okaka e De Maio si sono allenati bene, tanti stanno rientrando. Wilmot ha fatto il primo allenamento oggi, Sandro non l’ho ancora visto perché c’è un iter che deve seguire. Teodorczyk  ha iniziato a lavorare di nuovo con noi e verrà con noi, perché deve stare con la squadra, respirare di nuovo la dimensione di squadra, perché è fondamentale stare insieme e calarsi nella nella mentalità della partita fa la differenza. Per Lasagna siamo contenti della chiamata in Nazionale, sanno che non è al meglio per la spalla, abbiamo comunicato tutto. Questa settimana abbiamo provato tutte le soluzioni, ci siamo allenati di più, non c’era un grande volume di lavoro ma non volevamo lasciare nulla al caso, deciderò gli uomini in serata perché dobbiamo valutare tutti gli effettivi e tutti devono essere sul pezzo. Abbiamo diciotto punti, al di là del modulo dobbiamo lavorare da qui alla fine. Sul mercato speravamo di inserire un difensore da linea a quattro ma non ci siamo riusciti, vedremo in futuro, quando e se servirà, chi potrà essere inserito in una ipotetica linea a quattro, ma ora dobbiamo essere compatti per fare punti. Vogliamo ovviamente creare difficoltà alla Fiorentina, hanno fatto sette gol alla Roma, quindi non stanno bene solo fisicamente ma anche mentalmente, dovremo essere molto concentrati.  Rispetto alle prime partite abbiamo giocato meno in maniera difensiva, seguendo entrambe le fasi di gioco, ora siamo in una condizione di classifica tale che non possiamo permetterti di non temere qualunque avversario. Quando parlo di equilibrio intendo nelle due fasi, difendere aggressivi e attaccare con intelligenza, ci sono dei momenti in cui stai attaccando in cui non puoi avere tutti dietro la palla e quindi devi essere abile nel posizionarti bene, ci siamo riusciti fino alla partita con la Sampdoria in cui invece non sono rimasto soddisfatto, abbiamo retto 25 minuti  e poi ci siamo disuniti. Ho provato diverse soluzioni, poi in base alla partita si vede, decido in base a come vedo la squadra, stiamo cercando di recuperare tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy