Udinese: i voti dei quotidiani locali

Udinese: i voti dei quotidiani locali

I voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo il pareggio di Genova. Messaggero Veneto

Genoa+CFC+v+Udinese+Calcio+Serie+AP80RIJ7msrl
Therau, nona rete in campionato
6,5 KARNEZIS È battuto sulla parabola di Perotti che va ad accarezzare la parte superiore della traversa. Si distende per deviare il sinistro di Costa, poi nella ripresa ci mette i pugni sulle conclusioni di Perotti e ancora Costa. Una presenza rassicurante quando il Genoa schiaccia i bianconeri nella propria area di rigore. 6,5 PIRIS Aveva di fronte un cliente rognosissimo come Perotti. Lo soffre il giusto, peccato per l’ammonizione che gli farà saltare la partita con il Parma. Quando esce per infortunio Heurtaux va a fare il centrale di sinistra e sfodera un finale di gara da applausi che gli vale l’abbondantee sufficienza. 5 HEURTAUX Marassi (ma non solo) gli porta male. Con la Sampdoria si era perso Gabbiadini nell’azione del 2-2, stavolta sul cross di Costa salta a vuoto traendo in inganno Wague e causando il gol di De Maio. Suo l’ingenuo fallo dal quale era scaturita la pericolosa punizione di Perotti. Si infortuna quando va a chiudere in spaccata un tentativo di Borriello, l’unico che non l’ha messo in difficoltà. 6,5 WAGUE Pronti via e Borriello usa subito il suo mestiere portandogli via il pallone. Il ragazzotto impara subito la lezione e non concede più niente al centravanti del Genoa. Prestazione incoraggiante, avanti di questo passo non uscirà più di squadra indipendentemente dal modulo che Strama intenderà adottare. 6 GABRIEL SILVA Quattro mesi fa su questo campo contro la Sampdoria era tornato in campo dopo una lunga assenza. Ieri ha giocato titolare regalando segnali di crescita. Parte male, Edenilson gli scappa via in due occasioni, cresce alla distanza e in fase difensiva regge bene sia con Falque che con Lestienne. 6,5 WIDMER Nel primo tempo quando accelera mette in difficoltà il suo dirimpettaio. Cerca il gol con un diagonale potente ma non abbastanza angolato, nella ripresa soffre un po’ in fase difensiva ma ha la forza e il merito di ripartire ogni volta che ne ha l’occasione. Ed è suo l’assist per il pareggio di Thereau. 6 GUILHERME Svirgola una conclusione con il sinistro, alza la mira con un destro a giro. Il suo inserimento sul primo palo nell’azione del pareggio spiazza la retroguardia genoana. Non ancora abbastanza tosto nei contrasti. 6,5 PINZI Costretto a prendersi presto l’ammonizione per il fallo su Edenilson, riesce comunque a gestirsi in fase di interdizione. Non sempre preciso in quella di costruzione specialmente quando è chiamato alla verticalizzazione. 5,5 KONE Gioca troppo da solo e questo finisce per penalizzarlo. Perde numerosi palloni, potrebbe riscattarsi mettendo in porta l’assist di Thereau e invece alza troppo la mira. Un passo indietro rispetto alla prova con la Fiorentina. 6 PERICA La carta a sorpresa nello schieramento iniziale. Ha subito l’occasione per portare in vantaggio i bianconeri bruciando De Maio in velocità, peccato che la mira non sia precisa. Non riesce ad agganciare a pochi passi dalla porta il destro di Widmer respinto da Lamanna. I piedi non sono educati, ma l’impatto fisico che ha sulla partita è da giocatore di grande prospettiva. 6,5 THEREAU Nel primo tempo non ne azzecca una, poi quando meno te lo aspetti si accende: sua la fuga sulla destra conclusa per l’assist non sfruttato da Kone, poi è puntuale alla deviazione sottomisura per il pareggio. E poco dopo è sempre sua la percussione sulla sinistra conclusa con l’assist per Perica stoppato da Burdisso. 6,5 ALLAN Stramaccioni un po’ a sorpresa lo fa partire dalla panchina. Il suo ingresso è decisivo. Si muove prima sul centro destra, poi viene spostato a sinistra, ruba palla e cerca sempre la giocata propositiva. Aver rifiatato almeno in parte a Marassi gli permetterà di essere al meglio mercoledì a Parma. 5,5 BADU Prende il posto dell’acciacato Kone e si fa a piazzare sulla fascia destra. Un paio di iniziative timide, un pallone perso vicino alla bandierina. La fase di involuzione non si è ancora fermata. SV DI NATALE Un’apertura al volo sulla destra, un paio di palloni difficile da difendere contro De Maio. Facile immaginarlo titolare a Parma. Il Gazzettino KARNEZIS 7 Para tutto il parabile, e anche qualcosa in più. Solo sul gol è preso in controtempo da De Maio che calcia in una mischia ravvicinata. Notevoli un paio di interventi su Borriello, Perrotti e Tino Costa. PIRIS 6,5 La fascia destra è il suo ruolo naturale e lo svolge con grande diligenza e accortezza coprendo Widmer e tenendo una posizione molto compatta con il resto della linea difensiva. Soffre un po’ Perrotti, ma rimedia sempre. HEURTAUX 6 Gioca da centrale, facendo il vice Danilo e se la cava bene. Purtroppo è costretto a uscire per infortunio al 12’ della ripresa. In campo è utile anche nei calci piazzati in attacco. ALLAN 6 Entra al posto di Hertaux, ma non fa, ovviamente, il centrale difensivo, bensì sposta il baricentro della squadra più avanti, creando così una certa spinta offensiva e una superiorità a centrocampo. WAGUE 6 Centrale quando la squadra si difende, a spizzicare di testa a centrocampo quando Karnezis rilancia. Lotta con vigore con Borriello riuscendo a domarlo con le buone o con le cattive. Gasperini si lamenta molto per un fallo che avrebbe commesso sul centravanti in area, ma il primo fallo è del genoano. GABRIEL SILVA 6 Da difensore esterno resta molto attento a non farsi infilare da Edenilson e limita moltissimo le avanzate offensive. WIDMER 6,5 Questa volta gioca in posizione più avanzata e determina una superiorità bianconera sulla fascia destra, non a caso la parte da dove provengono le giocate più pericolose e le occasioni più ghiotte. I suoi cross sono sempre ben eseguiti e ha il merito di servire a Thereau l’assist per il pareggio. Bene anche nelle diagonali difensive. PINZI 6 Immancabile l’ammonizione che farà scattare la squalifica per la partita con il Palermo. Gioca a tutto campo fornendo alla squadra qualità e quantità GUILHERME 6 Anche lui rimedia un’ammonizione che lo porterà a rimanere fermo un turno. Nella partita contro il Palermo. Gioca più da regista riuscendo spesso a dare un senso al gioco bianconero. KONE 5,5 Grande movimento, grande copertura degli spazi, ma troppi errori nei passaggi e troppa voglia di fare tutto da solo. BADU 6 Con lui la squadra ritrova un po’ di ordine, ma perde in imprevedibilità, soprattutto in fase di ripartenza. Fisicamente sta bene e eleva il tasso di fora e corsa della squadra. THEREAU 7 Il nono gol stagionale, a tre dal suo record in serie A. Il francese è il miglior marcatore della squadra in trasferta e quest’annoi finirà in doppia cifra, a dimostrazione che la società ha visto giusto prendendolo questa estate. E sa giocare senza problemi con chiunque Stramaccioni gli metta a fianco. PERICA 6 Subito una ghiotta occasione per segnare, subito gran vigore e fisicità. Subito l’atteggiamento giusto. Il giovane croato si è fatto trovare pronto e ha dimostrato di avere interessanti qualità, non solo come centravanti di peso e d’area, ma disposto anche a sacrificarsi per i compagni. DI NATALE 6 In un quarto d’ora non gli è riuscita la magia, anche se la sua presenza in campo si è sentita, se non altro come carisma e incitamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy