Gazzetta: Il ruggito del Frosinone spinge Udine all’inferno

Gazzetta: Il ruggito del Frosinone spinge Udine all’inferno

I gol di Ciofani e Blanchard riaprono la lotta per la salvezza Ora rischiano anche i bianconeri di Udine, troppo timidi al Matusa

Commenta per primo!

Il commento della Gazzetta dello Sport sulla sconfitta dell’Udinese contro il Frosinone.

Era la sfida tra la peggior difesa (quella ciociara) contro il peggiore attacco (il friulano). La vince il Frosinone perché la città intera ha chiesto di ruggire come un leone, quello dello stemma sociale, perché il sogno della A non può tramontare senza tentarle tutte e soprattutto perché contro un’Udinese affetta da balbuzie cronica (discontinuità imbarazzante in risultati e prestazioni) il minimo che il destino ti impone è andare all’assalto dei tre punti. Missione compiuta, Stirpe e i suoi ragazzi avranno certamente trascorso la serata a tifare Inter e a studiare il calendario, quello che li porterà domenica in casa del Carpi senza Blanchard e Paganini (squalificati). L’Udinese? Impalpabile. Certo, nel primo tempo tiene botta – ci mancherebbe – con l’undici che ha battuto il Verona alla ricerca di conferme che non trova. Una sola vittoria in 10 gare (e ben 6 sconfitte) non induce a sonni tranquilli, specie valutando come le prossime avversarie siano Roma, Sassuolo e Napoli. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy