Gazzetta: Udinese in crisi Arriva Gino Pozzo

Gazzetta: Udinese in crisi Arriva Gino Pozzo

Commenta per primo!

Ampio spazio anche sulla Gazzetta per la crisi dell’Udinese.

Si comincia col sole. Finisce col diluvio. Succede questo all’Udinese di Stefano Colantuono: partenza lanciata e grandi illusioni, finale in sofferenza con sconfitta e fischi. E sabato con l’Empoli si è avuta la conferma che i bianconeri non reggono a certi ritmi per 90 minuti. Buon primo tempo, crollo nel secondo perché la squadra, per difetto di qualità nei suoi interpreti, non può «riposare» con il pallone. Corre dietro agli avversari, perché queste sono, attualmente, le sue caratteristiche. Così ci si stanca prima e in questo modo è arrivato il ribaltone e la terza sconfitta di fila. 
MERCATO Domani a Udine è atteso da Londra, dove sta facendo volare il Watford, il vero responsabile del mercato, Gino Pozzo (il papà Gianpaolo, sabato si è limitato a due parole, ma in caso di brutta prova col Milan può scattare il solito ritiro). Si farà il punto della situazione. La società non è mai stata propensa a fare investimenti, ma stavolta forse ha un po’ esagerato.
(…) Dall’enorme lavoro di scouting dei friulani non sono più arrivate stelle. E’ un dato che deve far riflettere. Ora le soluzioni, cioè gli svincolati, si chiamano Ciccio Lodi, l’unico con piedi fatati, e Daniele Conti che, però da giugno è in vacanza a Villasimius e andrebbe solo all’estero. L’Udinese ha pensato di vivacchiare nella mediocrità di un torneo in cui le medio piccole più o meno si equivalgono. Ma stavolta rischia. Come rischia Colantuono che se perdesse domani col Milan sarebbe già chiamato a una prova d’appello col Bologna. Lui che lavora e tanto col materiale a disposizione. Stavolta non di eccellente qualità

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy