Il Gazzettino: «Sacrificio e un punto preso»

Il Gazzettino: «Sacrificio e un punto preso»

A Empoli Matos spacca la partita, Karnezis para il rigore ma non il pallonetto

Commenta per primo!

L’analisi de Il Gazzettino al punto preso dall’Udinese a Empoli.

Matos corre, Zapata segna, Karnezis para. Ma non basta. Arriva la beffa al 91′, segna Pucciarelli e brucia da morire. In primis a Stefano Colantuono: «Con un po’ più attenzione avremmo potuto vincerla, ma forse la squadra ha avuto un po’ paura. Veniamo da un periodo non facile e probabilmente abbiamo pagato lo scotto». Empoli-Udinese è un mix di emozioni vecchie e nuove. Il gol arriva dall’uomo più letale – in relazione ai minuti giocati – ma la partita la spacca Ryder Matos, l’acquisto passato forse più in secondo piano nel mercato invernale. Sua l’accelerazione di 40 metri che brucia l’erba del Castellani. Suo soprattutto, il messaggio più diretto: davanti servivano rapidità e capacità di improvvisare. Ora ci sono.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy