Messaggero V: Udinese, occhio al pomeriggio troppo azzurro

Messaggero V: Udinese, occhio al pomeriggio troppo azzurro

Apertura del Messaggero Veneto dedicata ai rischi che corre l’Udinese al San Paolo contro il napoli.

C’è il rischio di fare la fine di Adriano – Celentano, non il brasiliano col panzone –. E dover cantare: «Azzurro, il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me». L’incubo della notte dell’Olimpico, quella contro la Roma, è uno spettro in carne e ossa se si pensa all’avversaria di oggi (si gioca alle 18), il Napoli che Maurizio Sarri ha rigenerato, trasformato, ricalibrato. Insomma, se mettiamo sul piatto anche la vittoria di ieri del Bologna, una bella gatta da pelare per l’Udinese, spesso dimessa quando si tratta di affrontare una squadra di vertice, dopo la partenza con i fuochi d’articifio, a Torino con la Juventus. Un exploit rimasto purtroppo isolato. Spirito. L’importante sarà fare quadrato in difesa, evitare di concedere scampagnate col cestino della merenda come quelle del romanista Maicon (un gol e un assist dopo dieci minuti, e buonanotte), cercare la ripartenza quando il Napoli concederà spazio, magari sbilanciato e alla ricerca del gol. Il primo tempo della gara giocata sempre all’Olimpico, ma contro la Lazio, potrebbe essere un copione buono, credibile, a patto che centrocampisti e difensori non sprechino troppo in uscita, dopo aver recuperato un prezioso pallone davanti all’area. (…)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy