Messaggero Veneto: Colantuono, caro Allegri, ci proveremo

Messaggero Veneto: Colantuono, caro Allegri, ci proveremo

Apertura del Messaggero Veneto sulla sfida che attende l’Udinese di Colantuono a Torino.

«Felicità, è un bicchiere di vino con un panino», ma anche ricordarsi un gol di Cigarini a San Siro e l’unica volta di una vittoria sul “nemico” della prossima domenica, Massimiliano Allegri. Per la serie le piccole gioie fanno il calcio, ecco scendere in campo Stefano Colantuono, intervistato da Mediaset Premium: in ballo la sfida allo Juventus Stadium, tutta roba che fa audience, per questo una troupe del Biscione “criptato” ieri era allo stadio Friuli per ascoltare il tecnico dell’Udinese.

«Non so se ci sarà la possibilità per accorciare le distanze con Allegri: Massimiliano è un carissimo amico e allenando squadre di un certo calibro è facile che il suo score sia favorevole nei miei confronti. Una volta però l’ho battuto e cercherò di farlo di nuovo», spiega Colantuono ricordando la sfida del campionato 2012-’13 e quel sinistro di Cigarini dal limite dell’area che gli permise di fare festa a San Siro.

(…) Colantuono, a pochi giorni di distanza dal faccia a faccia di Torino si immagina un’Udinese all’altezza: «Ma dovrà essere tonica come nelle ultime gare, dovrà giocare a calcio e se ci sarà da soffrire, e ci sarà da soffrire, dovrà farlo con un atteggiamento positivo». Vietato dunque chiudersi a riccio, recitare il copione dello sparring partner che si fa mettere alle corde e spera di non incassare il colpo del ko. «Credo che l’Udinese dovrà comunque proporre gioco e cercare di ripartire, perché se fai una partita solo ed esclusivamente difensiva allo Juventus Stadium perdi sicuramente».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy