Messaggero Veneto: Coraggio e gioventù, paga l’Udinese

Messaggero Veneto: Coraggio e gioventù, paga l’Udinese

Nel primo tempo fa e disfa, nella ripresa commette un paio di errori e l’Inter si prende i 3 punti

1 Commento

Apertura del Messaggero Veneto con l’analisi della sconfitta dell’Udinese.

Due. Il segno della vecchia schedina. I gol di Perisic. I momenti chiave che hanno condannato una grande Udinese per tutto il primo tempo: il palo De Paul, con Handanovic battuto e il tabellone sull’1-0, la prima rete dell’Inter con Karnezis stavolta in versione terrena dopo una fine 2016 celestiale. Così Pioli raccoglie tre punti non proprio limpidi, cristallini, ma si sa che il calcio non sempre premia la squadra che costruisce di più, ma quella che ha la forza di raccattare tutto quello che trova per strada e l’Inter l’ha fatto nonostante un Icardi in sciopero per tutta la partita. Ci ha pensato Ivan il terribile, mentre dall’altra parte Jankto cercato di surrogare un Thereau in forma imperfetta (non si è allenato per una settimana con il resto del gruppo) e uno Zapata che, pur dimostrandosi un irrinunciabile punto di riferimento, ha evidenziato i soliti problemi in fase conclusiva. E un centravanti deve fare gol, non può chiudere il girone d’andata a quota 5 (di cui uno su rigore), sui 25 di squadra. Ma se l’Udinese è riuscita a competere ad armi pari con l’Inter per 87 minuti, se per mezz’ora (la prima) ha imbastito almeno quattro occasioni da gol, lo deve alle iniziative dei sui giovani, gente che complessivamente ha meno di cinquanta presenze in serie A, un’età media di 21 anni e mezzo: il già citato Jankto, Samir (suo l’assist per il gol), De Paul (palo) e Fofana (miracolo di Handanovic). Facile capire che, complice il peso dell’inesperienza, dopo il magic moment vissuto con le ali piedi, l’Udinese abbia pagato qualche erroruccio individuale e di squadra nella ripresa, contribuendo a lasciare l’amaro in bocca ai due terzi di stadio bianconeri (almeno ottomila gli interisti presenti sugli spalti dell’impianto dei Rizzi). In soldoni delusione per il risultato, speranza per il futuro, 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 11 mesi fa

    Quasi l’intera tribuna ovest, la curva sud e una buona parte dei distinti sono ben più di ottomila interisti.
    Di conseguenza i due terzi di stadio bianconero sono pura fantasia.
    Ahimè, ancora una volta i friulani si dimostrano freddi (in senso di presenze) verso la loro squadra, nonostante le prestazioni ed i risultati siano ben diversi da quelli di qualche tempo fa.
    Vedere il nostro Friuli per metà riempito da tifosi ospiti è veramente deprimente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy