Messaggero Veneto: Lunedì di passione

Messaggero Veneto: Lunedì di passione

Questa sera lo stadio Friuli celebrerà i 120 anni dell’Udinese ma soltanto il risultato sul campo può chiudere il cerchio

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto con la presentazione di Udinese-Bologna

Sì, perseverare sarebbe diabolico. L’ultima (festa) non andò bene. Nessun danno a livello pratico, di classifica, ma una cappa di fischi e mugugni che si mescolò a stento con l’addio a quel vecchio bomber che tutti chiamavano semplicemente Totò e che avrebbe meritato almeno una vittoria sulla (poi) retrocessa Carpi nell’ultima giornata dello scorso campionato. Stasera, nell’ultimo posticipo della giornata di serie A, l’Udinese ci riprova: sul tavolo apparecchiato per la festa allo stadio Friuli i 120 anni della società bianconera, traguardo tagliato ufficialmente lo scorso mercoledì, ma da celebrare oggi con i tifosi e (soprattutto) con tre punti da strappare al Bologna. La classifica. Il rischio è finire nella “zona delusione”. D’accordo, sempre a galla, ma in una sorta di limbo che non fa dormire sonni tranquilli, nè accende la fantasia dei tifosi che – non è un modo di dire – sono la benzina delle squadre di provincia, come è (e deve orgogliosamente essere) l’Udinese. Ieri il Pescara, pur non facendo dei grandi passi in avanti, ha dimostrato di essere viva e anche il Crotone e il Palermo hanno saputo reggere (seppur non fino in fondo) a San Siro contro il Milan e al Franchi con la Fiorentina. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy