Messaggero Veneto: Non è Totò la causa dell’addio a Strama

Messaggero Veneto: Non è Totò la causa dell’addio a Strama

L’apertura del Messaggero Veneto è rivolta sui motivi dell’addio a Stramaccioni: “Andrea Stramaccioni non sarà più l’allenatore dell’Udinese per colpa di Di Natale, come hanno insinuato alcune voci di corridoio, in particolare quello che porta al tecnico romano. Bisogna essere chiari: la gestione part time che Strama ha prospettato al capitano non è il “nodo” delle riflessioni di Totò sulla prosecuzione della sua carriera in bianconero. (…) Totò – come direbbe il suo omonimo – è tutt’altro che un fesso: sa che gli anni passano per tutti, sa che giocando senza essere spremuto potrebbe segnare ancora con buona continuità. (…) Il mister invece si è disarcionato da solo, un ruzzolone clamoroso che fatichiamo ancora a comprendere. È chiaro che le voci dei dissidi di spogliatoio sono state per lo meno alimentate da quella campana e che la società – ricordate l’intervento del ds Cristiano Giaretta – si è preoccupata di smentire più che altro i «dissidi tecnici» che avrebbero portato al divorzio. Una posizione tutt’altro che ambigua. (…) . Strama non sarà più all’allenatore dell’Udinese per colpa dei risultati, in particolare quelli arrivati dopo la doppia delusione di Parma e Palermo (…)”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy