Messaggero Veneto: Verona-Udinese non è una partita come le altre

Messaggero Veneto: Verona-Udinese non è una partita come le altre

Approfondimento del Messaggero Veneto dedicato al derby: Verona-Udinese non è mai una partita come le altre. Lo dice la storia. Sia quando valeva, all’inizio degli anni ’80, per le prime posizioni di classifica, sia quando, a inizio anni 2000 contava “solo” per la salvezza. Come anche domenica prossima, almeno a guardare la classifica attuale. Non è più tempo, come sottolineiamo anche nell’articolo a fianco, di spedizioni di massa da una città all’altra, però la rivalità tra le due tifoserie rimane forte e sentita e non solo perchè in palio ci sarebbe la corona di “Regina del Triveneto”. Oggi il calcio del Nord-Est in serie A è rappresentato anche dal Chievo, ma Hellas e Zebrette restano i club che hanno conseguito i risultati più prestigiosi negli ultimi trent’anni. Tricolore.
(…)Una delle sfide più “drammatiche “ dal punto di vista sportivo si disputò il 14 aprile del 2002. Il Verona, battendo l’Udinese con un gol di Frick, era virtualmente salvo proprio a spese dell’Udinese. Malesani in sala stampa esultò come se avesse vinto la Champions. Quei cinque punti di vantaggio non basteranno. L’Hellas perderà le ultime tre gare, l’Udinese vincendo con Venezia e Lecce, già retrocesse, si salverà addirittura con una giornata di anticipo. Il presente. L’appuntamento di domenica non sarà altrettanto decisivo, ma è evidente che un risultato positivo dell’Udinese metterebbe nei guai Mardorlini e i suoi ragazzi. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy