Messaggero Veneto: Zapata adesso deve diventare bomber vero

Messaggero Veneto: Zapata adesso deve diventare bomber vero

A secco dopo tre gare e con due gol divorati
Le voci di mercato gli hanno tolto tranquillità

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto con la situazione in casa Udinese.

Si è capito quando, a Cagliari, si è trascinato sconsolato sulle poltroncine lontane dalla panchina di Delneri, subito dopo il cambio. E quando l’altra sera allo stadio, durante il brindisi con i tifosi per il 120º compleanno della società, sorrideva a stento. Non è questione di feeling – avrebbe detto quel vecchio “capoccione” di Riccardo Cocciante –, per Duvan Zapata è davvero un momento delicato e, vista la sua centralità sullo scacchiere bianconero, anche per l’Udinese. (…) Già, il Napoli. Il club che l’ha spedito a Udine in prestito (biennale) e che ora valuta l’ipotesi di un suo rientro anticipato, visto l’infortunio di Milik. Pozzo ha già fatto sapere che la trattativa non è praticabile, ma gli uomini di mercato di De Laurentiis continuano a tessere la tela. Gli ultimi “punti” del ricamo riguardano Manolo Gabbiadini, spento sotto la guida di Sarri e perciò sacrificabile per arrivare a un altro bomber. Perciò potrebbe essere offerto a Pozzo nel caso un indennizzo economico (si è parlato addirittura di un paio di milioni di euro, una cifra fin troppo generosa) non smuovesse la dirigenza bianconea dalle proprie convinzioni. Ma Gabbiadini sarebbe la contropartita proprio per l’Udinese, o per il Watford di Walter Mazzarri, l’altra creatura “di famiglia”? È un dubbio di mercato. Quello che rimbalza dal campo, invece, riguarda l’effettiva capacità di Zapata di essere un bomber vero. Un dubbio da sciogliere a questo punto della sua carriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy