Il bilancio di Heurtaux: dai tifosi le gioie più grandi

Il bilancio di Heurtaux: dai tifosi le gioie più grandi

Ospite all’optic store Megavision di Reana per l’evento organizzato da Web Eyewear, il difensore francese ha parlato della stagione che si concluderà domenica: “Questa squadra avrebbe meritato altra posizione di classifica, è stato importante salvarsi con un turno di anticipo”. E sul futuro nicchia: “Sono tranquillo”

Ancora novanta minuti per regalare l’ultimo sussulto ai tifosi bianconeri. E’ questo l’obiettivo dell’Udinese che domenica sera si congederà davanti al pubblico amico nell’ultima sfida del campionato contro il Carpi. Festeggiare la salvezza raggiunta a Bergamo e salutare Antonio Di Natale saranno la cornice di una stagione molto più complicata del previsto. Lo sostiene anche Thomas Heurtaux, ospite all’optic store Megavision di Reana assieme a Emil Hallfredsson, Pablo Armero e Alex Meret, per l’evento organizzato da Web Eyewear, partner dell’Udinese.

Heurtaux, qual è l’obiettivo per gli ultimi 90 minuti della stagione?

Vogliamo disputare una bella partita davanti ai nostri tifosi, perchè quest’anno, in particolare, tra mille difficoltà ci hanno aiutato in ogni partita. Molto probabilmente lo stadio sarà pieno e dunque ci teniamo a fare bene.

C’è stato un momento in cui ha avvertito paura?

No, paura no, però nel calcio non si sa mai. Abbiamo rischiato, è stata un’annata veramente complicata. E’ stato un bene essere riusciti a salvarci domenica a Bergamo, perchè giocarsi tutto nell’ultima sarebbe stato pericoloso. Questa è una squadra che avrebbe meritato un’altra posizione di classifica, dobbiamo far tesoro di questa stagione. E, ripeto, vogliamo fare un regalo ai nostri tifosi. Nelle gare con Napoli e Fiorentina sono stati incredibili, sono sceso in campo felice, c’è stato un vero spettacolo sugli spalti. Ho rivisto le immagini a casa, davvero il pubblico è stato straordinario. Dobbiamo avere più continuità e lavorare al meglio per evitare di commettere certi errori…

Domenica sarà anche l’occasione per salutare Antonio Di Natale…

Perdiamo un campione, un fuoriclasse. Anche in Francia sento solo parlare di Di Natale, è un mito, un giocatore eccezionale. Mi dispiace che abbia dedciso di andare via, ma è una sua scelta. Domenica vogliamo vincere anche per lui.

Totò ha già annunciato che lascerà l’Udinese, ma domenica sarà anche l’ultima gara in bianconero per Heurtaux?

Ogni anno si dice la stessa cosa. Io sono tranquillo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy