Tavian presenta Fiorentina-Udinese: la partita del riscatto

Tavian presenta Fiorentina-Udinese: la partita del riscatto

Delneri vuole riportare i giocatori con i piedi per terra: lavoro, grinta, impegno le parole-chiave per la gara in programma domani sera all’Artemio Franchi

Commenta per primo!

Marco Tavian, allenatore e noto opinionista di Udinese Tv parla di Fiorentina-Udinese, una settimana dopo la deludente prestazione dei bianconeri con il Chievo.

Mister, l’Udinese è reduce da una partita sottotono con il Chievo… Motivi?

Sembrava proprio dovesse finire così… Per vedere un bel gioco bisogna essere in due e il Chievo con tutti i suoi falli non ti permette certo di giocare bene. Poi era il caso di tornare con i piedi per terra. E Delneri ha sicuramente cercato di limitare la superficialità di gioco dopo tanta supponenza.

Pare che Delneri voglia insistere sulla stessa formazione, è d’accordo?

Si, pare abbia trovato la sua formazione effettiva, nonostante ci sia ancora da lavorare, gli uomini giusti ci sono.

Con il Chievo, nel secondo tempo, Delneri ha giocato con un 3-4-3, modulo da tenere in considerazione?

Diciamo che il modulo si adatta alla fase di gioco. Widmer quando esce sa spingere nel modo giusto e impostare un’azione offensiva portando a un cambiamento di modulo proiettato in avanti.

Chi della Fiorentina sarà l’uomo-chiave secondo lei?

Io spero che Kalinic non giochi perché può far male, così come può risultare pericoloso Borja Valero nonostante ultimamente non stia dando il massimo.

Infine, meglio una partita accorta, in difesa, o piuttosto aggredire subito?

E’ necessario aumentare l’aggressività in fase difensiva per riconquistare immediatamente il controllo della palla. Una volta raggiunto l’obiettivo la squadra deve iniziare la fase offensiva puntando a una fase di possesso. Fondamentale sarà mantenere le linee di difesa e attacco il più corte possibile tra loro, così da mantenere la squadra ben compatta.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy