Friuli significa ‘Piccola Patria’ (Di L.Petiziol)

Friuli significa ‘Piccola Patria’ (Di L.Petiziol)

Lungi da me fare il nostalgico che potrebbe addurre a diverse interpretazioni, ma cancellare il passato a fronte di un introito economico mi sembra un esercizio dal sapore acre.

Il riferimento è alla nuova possibile denominazione dello Stadio Friuli che trapasserebbe in Dacia Arena Friuli.

Intuisco con freddezza e distacco una chiara operazione di marketing, una voluttuosa scampagnata fra i meandri dell’immagine e di dollari a buon mercato, incamerati senza sudore se non con bella targa luminosa con annessa scritta.

“Cari amici sportivi siete collegati con il Dacia Arena di Udine … “ questo sarebbe l’esordio del telecronista di turno. Provo un senso di turbolenza interiore come se la scolorina cancellasse una parte della vita mia vita.

Giova ricordare che il vecchio e il nuovo Stadio dei Rizzi in Udine è  stato denominato STADIO FRIULI  per volontà degli stessi friulani e ricordo ancora che Udine non è tutto il Friuli.

Questo splendido impianto racchiude lo spirito, la storia, le tradizioni, il sudore, le lacrime  e le vittime di questa terra, spesso abbandonata, ma mai sola. I Friulani hanno nel DNA una cultura loro, che difendono e la tramandano alle nuove generazione. Friuli significa “Piccola Patria” .

Non si può per un pugno di dollari sconfessare un nome che è il richiamo all’identità di una terra particolare, ma tutta nostra.

E non si tratta di rifiutare denari bonificati da Arabi, Cinesi, Thailandesi, Francesi, ma di salvaguardare il nome “Friuli” che anche attraverso il calcio ci proietta nel mondo.

Certo 500 mila euro all’anno non sono pochi, ma neppure tanti per svendere una identità.

E sono soldi che andranno al Comune di Udine che tanto si è adoperato per la costruzione del nuovo splendido impianto. Come dire, una forma di ringraziamento condiviso dalle parti.

In Italia esiste solo uno stadio che porta il nome dello sponsor “ Il Mapei” di Reggio Emilia dove gioca il Sassuolo del presidente Squinzi titolare della Mapei, come dire affari di famiglia, a differenza della Juventus che ha rigettato la CONAD per rimanere illibata con il suo “Juventus Stadium”.

All’estero è diverso, ma noi siamo in Italia, anzi in Friuli.

In quel Friuli che si identifica negli Alpini, nelle Frecce Tricolori e nell’Udinese.

Lorenzo Petiziol @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy