Tavian: Chievo squadra pragmatica

Tavian: Chievo squadra pragmatica

Marco Tavian parla della sfida col Chievo: “Maran è un allenatore in gamba che ammiro molto. Conosce i limiti della propria squadra e riesce a farne un punto di forza, non sottovalutiamoli”

di Redazione

Marco Tavian, allenatore e opinionista di Udinese Tv, parla della sfida odierna col Chievo.

Mister, come vede la partita con il Chievo?

Sulla carta ovviamente siamo favoriti ma il Chievo non va sottovalutato. E’ una squadra ‘vecchia’ d’età  e per presenze e quindi molto esperta.  Non fanno il passo più lungo della gamba, sono molto pragmatici. Probabilmente giocheranno per il pareggio.

Quali sono i punti di forza dei nostri avversari?

Maran è un allenatore in gamba che ammiro molto. Conosce i limiti della propria squadra e riesce a farne un punto di forza. Il fatto poi di conoscere molto bene i giocatori e che questi giochino assieme da circa quattro anni rende la partita non così scontata come gli ultimi risultati suggeriscono.

In attacco vede De Paul o Lopez?

Posso presumere che parta De Paul poiché in trasferta riesce a mettersi efficacemente tra le linee. Maxi Lopez è molto bravo ad aprire gli spazi, in casa risulta indispensabile.

Il mercato comincia a scaldarsi, vede cambiamenti in atto?

Con oggi si tira una linea. Matos, Perica ed Ewandro sembrano quelli più probabili al trasferimento, non certo per minore capacità bensì per ruolo già coperto. Pezzella, con l’infortunio di Adnan, sembra almeno per ora blindato, così come Ingelsson che, seppur non ancora sfruttato, ha la responsabilità di coprire Barak e Jankto.

L’Udinese non ha la forza di fare il mercato ma ha la capacità di sfruttarlo al meglio e sono i numeri a dirlo. Quest’anno poi non ha bisogno di nessun mercato di riparazione quindi non possiamo che aspettarci le decisioni migliori che una società, da sempre regina del mercato, possa fare in prospettiva per la squadra.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy