Dacia Arena, Campoccia: svolta epocale

Presentata ufficialmente l’intesa tra l’Udinese e il noto marchio automobilistico francese per l’impianto dei Rizzi. Il vice-presidente dell’Udinese interviene anche sulla questione del nome che ha acceso molte discussioni: “Decolliamo tutti insieme per un progetto che ci porta nel futuro”

Benvenuti alla Dacia Arena. Questa mattina nella sala stampa dello stadio Friuli è stato presentato ufficialmente l’accordo tra l’Udinese e il noto marchio automobilistico francese divenuto sponsor dell’impianto.

E’ una svolta epocale – ha dichiarato il vice-presidente bianconero nel corso della conferenza stampa Stefano Campoccia -, personalmente si tratta di un’enorme soddisfazione. Dieci anni fa abbiamo cominciato a concepire un oggetto come quello che oggi potete ammirare. Sembravano degli illusi, dei sognatori, degli utopisti. E’ stata una sfida bella, che ho seguito fin dall’inizio. Si tratta di un esempio unico in Italia, senza nulla togliere allo Juventus Stadium“.

A rappresentare la casa francese era presente il direttore della Comunicazione Francesco Fontana Giusti: “Siamo veramente orgogliosi di partecipare a questo evento per celebrare ufficialmente la nascita di Dacia Arena. E’ la primva volta che in Italia uno stadio di calcio prende il nome di un marchio automobilistico. Si tratta di un’operazione dal significato importante: è il successo di una partnership che dura da 7 anni. Con Dacia Arena abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti, è un investimento nel tempo, che dà continuità alla collaborazione con l’Udinese, con la quale condividiamo gli stessi valori: generosità, passione, concretezza e dinamismo. Nel corso di questi anni abbiamo sviluppato progetti molto innovativi. Nel 2014 abbiamo consentito a piccole imprese locali di apparire sulle casacche bianconere, nel 2015 abbiamo coinvolto le realtà del mondo sportivo, nel 2016 dare spazio alla famiglia con il progetto Dacia Family Project. Si tratta di un’iniziativa rivolta alle giovani coppie “in attesa” che avranno la possibilità di ricevere un abbonamento Family per le prossime tre stagioni“. Sono già 200 le richieste pervenute, ci sarà tempo fino a martedì per iscriversi al concorso. Fontana Giusti ha poi annunciato che la partnership con l’Udinese è stata estesa fino al 2020.

Incalzato sulla questione del nome dello stadio che ha sta creando molti malumori e alcune dure prese di posizione (http://www.mondoudinese.it/udinese/news-udinese/in-consiglio-comunale-si-parla-dello-stadio-friuli/) Campoccia ha risposto così: “Cerchiamo di decollare tutti insieme per un progetto che ci porta nel futuro, usciamo dal localismo. Oggi abbiamo presentato una sponsorship sulla quale crediamo fermamente. Con questo, però, non vogliamo tradire i valori della storia di questo stadio. Ma crediamo molto nel progetto che coinvolge uno stadio, che ha fatto la storia di Udine, della regione e anche della nostra società“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy