Pordenone, obiettivo secondo posto

Nessuno lo dice, tutti lavorano per i playoff per arrivarci mentalmente e fisicamente bene, ma il vero obiettivo è la piazza d’onore dietro il Venezia

di Monica Valendino, @Moval1973

Obiettivo playoff per il Pordenone. Mago Tedino ci lavora da giorni, se non da settimane, per far arrivare la squadra al meglio sia mentalmente, sia fisicamente. L’anno scorso proprio il gap atletico col Pisa ha chiuso i conti. Oggi tutti sono consapevoli delle difficoltà (visti anche gli avversari) e sanno che de Ono fare un certo tipo di lavoro.

Fra un mese sarà un Pordenone diverso va ripetendo tutto l’entourage neroverde, specie dopo che è stato messo in cassaforte il risultato pieno sul Sudtirol, per nulla scontato.
Raggiungere il Venezia è cosa da impresa da Barcellona (13 punti, con i Ramarri quarti a 13 lunghezze), ma cercare di scalare la classifica è cosa possibile.

Anche perché la squadra di Tedino sta recuperando pezzi importanti come  Berrettoni e Tomei che  potrebbero già essere recuperati per l’Ancona, per Ingegneri e Pellegrini bisognerà invece attendere una quindicina di giorni. Insomma il sole splende, primaverile, sul centro De Marchi e ora si attende l’Ancona, una società e una squadra allo sbando.
Nelle Marche il clima è di quelli che ti raccomando, aggressioni a giocatori, litigi in tribuna tra giocatori e spettatori, insomma un clima ove solo il Pordenone può farsi male. Ma serve concentrazione e la testa tutta sui playoff. Magari da secondi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy