Pordenone, Pasqual: ” Tornare? Mi farebbe vacillare”

Pordenone, Pasqual: ” Tornare? Mi farebbe vacillare”

“È vero che è distante da casa ma al contempo sarebbe una piazza in cui ho giocato e che conosco. Della società mi hanno parlato tutti bene e la città sarebbe vicina a quella della mia famiglia d’origine e di mia moglie”

di Redazione

Il Pordenone si sta confermando come una delle squadre che giocano meglio in Serie B specie in casa, mentre fuori deve migliorare anche se a Verona ha mostrato che può dire eccome la sua anche fuori dal Friuli. Il modo migliore per festeggiare il compleanno numero 99 anni.

A parlarne è un “veterano” dei ramarri, Manuel Pasqual, che ha conosciuto la serie D ora il grande doppio ex della sfida del Friuli, anche se come racconta al Messaggero Veneto ora è svincolato: «mi farebbe vacillare parecchio, ci farei davvero un pensierino, ho ancora intenzione di dire la mia. Il Pordenone? Mi farebbe vacillare. È vero che è distante da casa ma al contempo sarebbe una piazza in cui ho giocato e che conosco. Della società mi hanno parlato tutti bene e la città sarebbe vicina a quella della mia famiglia d’origine e di mia moglie. Fu il mio trampolino di lancio: ero in Interregionale e da lì spiccai il volo verso Treviso e la serie C1. In quel campionato mi misi in mostra. Peccato non aver conquistato la promozione in C2: eravamo forti. È l’unico mio rammarico».

Sabato di fronte proprio Pordenone e Empoli: «Ho visto il Pordenone col Chievo: se l’è giocata sino alla fine nonostante la doppia inferiorità numerica, tenendo bene il campo. Non era scontato, ha dimostrato compattezza. L’Empoli è una squadra costruita per vincere: vedo favoriti i biancazzurri, ma i ramarri li possono mettere in difficoltà»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy