Triestina, riecco la vittoria

Triestina, riecco la vittoria

Dopo il cambio in panchina la Triestina ritrova la vittoria al Rocco

di Redazione

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – ARZIGNANO VALCHIAMPO  3-0 (P.T. 2-0)

MARCATORI: Costantino 26′, Costantino 45′, Gomez 90′

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-4-2): Matosevic; Scrugli (78′ Cernuto), Malomo, Lambrughi, Formiconi; Procaccio (73′ Gatto), Giorico (73′ Steffè), Paulinho, Mensah; Costantino, Granoche (61′ Gomez).  A disp: Offredi, Rossi, Ferretti, Codromaz, Hidalgo, Beccaro, Vicaroni.  All. Nicola Princivalli

ARZIGNANO VALCHIAMPO (5-3-2): Tosi; Tazza, Bonalumi, Bachini, Pasqualoni, Barzaghi; Valagussa (46′ Casini), Hoxha (46′ Maldonado), Balestrero (75′ Cais); Rocco (61′ Piccioni), Flores Heatley (61′ Pattarello).  A disp: Faccioli, Amatori, Antoniazzi, Anastasia, Bozzato, Perretta, Lo Porto.  All. Alberto Colombo

ARBITRO: Angelucci (Foligno – PG)  ASSISTENTI: Madonia (Palermo) Lalomia (Agrigento)

NOTE: Serata fresca, terreno di gioco in ottime condizioni.  Ammoniti: Balestrero (Ar), Scrugli (Ts) per gioco falloso. Recupero: 0′ e 4′

 

Turno infrasettimanale per l’Unione, di scena al “Rocco” contro l’Arzignano Valchiampo nel primo match senza Massimo Pavanel in panchina, al suo posto il tecnico della Berretti Nicola Princivalli. Triestina col 4-4-2 nel quale ritrovano la maglia da titolare Paulinho, Procaccio e Costantino, Malomo torna dalla squalifica affiancando Lambrughi in difesa e sempre nel pacchetto arretrato si rivede Scrugli, al posto dell’infortunato Frascatore. Ospiti con un abbottonato 5-3-2, nel quale si lasciano le velleità offensive ai contropiedisti Rocco e Flores Heatley.

L’atteggiamento estremamente coperto degli ospiti toglie inizialmente spazi alla Triestina che prova a lavorare sulle corsie tenendo il pallino del gioco, il primo spunto di cronaca arriva al 16′ con Formiconi che si incunea nella difesa gialloceleste venendo stoppato dall’uscita bassa di Tosi. Al 20′ serio pericolo per la difesa vicentina, Procaccio da destra mette dentro teso a mezza altezza, Costantino taglia sul primo palo e di testa costringe Tosi a una grande parata d’istinto. Insiste la Triestina prima con un destro largo di Paulinho al 22′, poi con un sinistro in drop di Granoche dall’interno dell’area, la sfera si perde a lato rispetto al primo palo. La pressione è costante e al 26′ l’Unione legittima la superiorità con lo splendido gol del vantaggio: Scrugli da destra supera un avversario e centra morbido a mezza altezza, Costantino sul primo palo mette nell’angolo con un gran colpo di testa. Il vantaggio mette entusiasmo e Giorico appena 1′ dopo la rete va ad un soffio dal raddoppio, destro potente indirizzato nel ‘sette’, Tosi è miracoloso e smanaccia con l’aiuto della traversa. Al 28′ la Triestina troverebbe anche il raddoppio, ma su azione da corner viene ravvisata una dubbia spinta di Granoche, che di testa aveva messo il comodo tap-in a Formiconi sul secondo palo. Al 37′ splendida azione alabardata con cambio gioco di Procaccio e torre di Costantino, Giorico a rimorchio si allunga palla nel controllo e alza il pallonetto sull’uscita a valanga di Tosi, occasione enorme per il raddoppio. Al 42′ Costantino tocca dentro per Granoche, mancino diagonale un po’ strozzato a terra e Tosi la tiene in presa bassa. Si avvicina l’intervallo e la Triestina trova il meritato 2-0, Formiconi da sinistra crossa sul secondo palo, Costantino di testa indirizza verso la porta e il fin qui ottimo Tosi stavolta manca la presa, vedendo la sfera scivolare in fondo al sacco. E’ l’ultimo episodio di una prima frazione a senso unico, comandata dall’Unione e chiusa con un legittimo doppio vantaggio.

Al ritorno in campo negli ospiti dentro Maldonado e Casini per Hoxha e Valagussa. Le redini del gioco non cambiano però padrone e l’Unione al 5′ si rende pericolosa con una devastante percussione di Mensah che prima manca il destro a tu per tu con Tosi, poi serve Granoche il cui destro in diagonale viene tenuto in presa bassa dal portiere ospite. Succede relativamente poco fino al quarto d’ora, quando la Triestina inserisce Gomez per Granoche e l’Arzignano opera un doppio cambio, con Pattarello e Piccioni per Rocco e Flores Heatley. Al 24′ altra clamorosa palla gol per gli alabardati, Formiconii converge da sinistra e lascia partire un potente destro dai venticinque metri, Tosi è super in tuffo sulla sua destra e si salva con l’aiuto del palo. Al 26′ primo vero brivido per la retroguardia giuliana, da una punizione tutto sommato generosa sulla trequarti sinistra nasce una mischia in area, Balestrero va col piatto destro trovando il palo interno alla sinistra di Matosevic. Subito dopo doppio cambio alabardato, Procaccio e Giorico cedono il posto a Gatto e Steffè. Si entra nell’ultimo quarto d’ora con Cais per Balestrero nell’Arzignano, mentre poco dopo è Cernuto a sostituire Scrugli, in precedenza dolente a una spalla in seguito a un contrasto di gioco. A 5′ dal termine Lambrughi percorre palla al piede da metà campo fino in area avversaria, tocco per Gomez il cui destro si spegne a lato di un soffio, Triestina ancora vicina al 3-0 e ancor più vicina un minuto dopo, quando Costantino supera Tosi ma a porta vuota in equilibrio non perfetto spedisce contro la traversa da sei-sette metri. Il punto esclamativo arriva al 90′, grande discesa di Gatto sulla destra e palla al bacio al centro a favorire lo stacco imperioso di Gomez che insacca il 3-0. E’ il degno finale di una serata nella quale la Triestina ritrova il sapore della vittoria, regalando gol e spettacolo e ripartendo con un successo importante per classifica e morale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy