Morte Astori: spunta un certificato falso

Morte Astori: spunta un certificato falso

Nuove clamorose indiscrezioni sulla tragica morte di Davide Astori, avvenuta il 4 marzo 2018 in una camera dell’hotel Là di Moret di Udine

di Redazione

Nuove clamorose indiscrezioni sulla tragica morte di Davide Astori, avvenuta il 4 marzo 2018 in una camera dell’hotel Là di Moret di Udine. Stando a quanto riporta La Nazione, la Procura avrebbe trovato un certificato con data 10 luglio 2017, lo stesso giorno nel quale Astori ricevette l’ok dei medici. Nel documento si direbbe che il cuore di Davide era stato sottoposto allo strain, ovvero all’esame che permette il calcolo della deformazione del muscolo cardiaco. Ma per il pm Antonino Nastasi quel certificato sarebbe falso e sarebbe stato fatto di recente, forse il 19 aprile 2019 forse per ridimensionare “l’imperizia e la negligenza” contestata al prof. Giorgio Galanti, ultimo medico ad aver firmato l’idoneità sportiva del giocatore. Lo scorso marzo era stata chiusa la prima inchiesta sulla morte di Astori in cui il professore era indagato assieme a Francesco Stagno. Secondo l’accusa entrambi i medici avrebbero omesso di approfondire le extrasistolie emerse durante le prove di sforzo a cui Astori era stato sottoposto nel 2014 a Cagliari e nel 2016 e 2017 a Firenze.

 

FONTE gazzetta.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy