Mondiali femminili: caos Var e il Camerun vuole lasciare il campo

Mondiali femminili: caos Var e il Camerun vuole lasciare il campo

Durante la partita degli ottavi di finale dei Mondiali femminili fra Inghilterra e Camerun, le giocatrici della nazionale africana per due volte hanno minacciato di abbandonare il campo per protesta contro le decisioni arbitrali

di Redazione

Caos Var durante la partita degli ottavi di finale dei Mondiali femminili fra Inghilterra e Camerun. Le giocatrici della nazionale africana per due volte hanno minacciato di abbandonare il campo per protesta contro le decisioni arbitrali.

L’Inghilterra passa in vantaggio al 14′ con Houghton, poi raddoppia allo scadere del primo tempo grazie ad un gol di White, con la difesa del Camerun ferma dopo che la guardalinee aveva alzato la bandierina.  La rete, annullata per fuorigioco, viene successivamente convalidata dopo la consultazione al Var: le camerunensi, sostenute anche dal loro Ct, insorgono rifiutandosi di riprendere il gioco. Dopo oltre 6 minuti di recupero si torna a giocare. Ma non è finita: Nchout segna il gol che riaprirebbe il match, ma il Var interviene nuovamente e annulla la rete camerunense. Il fuorigioco segnalato manda su tutte le furie le giocatrici che minacciano nuovamente di lasciare il terreno di gioco. Dopo qualche minuto la partita riprende e il match termina 3-0 per l’Inghilterra che vola ai quarti, dove giovedì prossimo incontrerà la Norvegia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy