Palermo, presentata l’istanza di fallimento

Palermo, presentata l’istanza di fallimento

La procura di Palermo ha presentato istanza di fallimento per l’Unione sportiva città di Palermo

di Redazione

La procura di Palermo ha presentato istanza di fallimento per l’Unione sportiva città di Palermo. Una nuova società dovrà sorgere dopo l’esclusione dal campionato cadetto ma intanto i magistrati hanno deciso di procedere per far dichiarare l’insolvenza della ormai decotta azienda, attualmente in mano a i fratelli imprenditori Walter e Salvatore Tuttolomondo, di Arkus Network. La richiesta e’ stata avanzata al tribunale fallimentare, che dovrà decidere nelle prossime settimane, dopo avere convocato una udienza. Si tratta della seconda istanza presentata dalla procura, dopo quella l’avanzata a novembre 2017. In quel caso, 5 mesi dopo, il 30 marzo 2018, il tribunale nego’ i presupposti del fallimento. Secondo l’accusa, la situazione adesso e’ certamente peggiorata, tanto che i Tuttolomondo non sono riusciti ad assicurare il pagamento degli stipendi dei giocatori. Maurizio Zamparini e’ sotto processo per falso nei bilanci 2014, 2015 e 2016 e per false comunicazioni alla Covisoc e altre 5 persone rischiano il processo per gli stessi motivi. Adesso, col fallimento, i reati potrebbero essere aggravati dalla conseguenza della bancarotta, mentre sara’ aperta una nuova indagine per bancarotta nei confronti di tutti i soggetti che dovessero essere ritenuti corresponsabili del crac della società rosanero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy