Alfano; non siamo Grecia, norme funzionano

Alfano; non siamo Grecia, norme funzionano

di Monica Valendino, @Moval1973

“L’Italia non deve paragonarsi alla Grecia, qui abbiamo norme che funzionano e abbiamo rimediato alle cose brutte” del passato. Lo sostiene il ministro dell’Interno Angelino Alfano parlando a ‘Unomattina’ della violenza negli stadi e della decisione della Grecia di sospendere il campionato. “Noi abbiamo una legge molto rafforzata contro la violenza negli stadi, che prevede anche il Daspo – ha sottolineato il titolare del Viminale – e nel primo trimestre di applicazione abbiamo avuto un calo sia del numero dei tifosi feriti sia di quello degli appartenenti alle forze dell’ordine sia delle manifestazioni di violenza attorno agli stadi.” Alfano è poi tornato a ribadire che è necessario un Daspo europeo per impedire ai violenti di fare danni. “La Uefa non può limitarsi alle segnalazioni – ha concluso – non possiamo far circolare in Europa le tifoserie violente e i singoli violenti già conosciuti alle polizie”

Non saremo la Grecia, ma i morti e gli incidenti sono stati tanti, troppi, in stadi inadeguati e con norme troppo spesso fatte in fretta come tappa buchi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy