Serbia, minacce dopo aver sbagliato un rigore

Serbia, minacce dopo aver sbagliato un rigore

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Minacciato da un tifoso armato di pistola, due giorni dopo aver sbagliato un rigore. E’ quanto denuncia il sindacato calciatori della Serbia. Il calciatore minacciato, da una persona non ancora identificata, è Zarko Udovicic. L’episodio, secondo quanto riferito, è avvenuto lunedì al campo di allenamento del Novi Pazar. Due giorni prima Udovicic aveva fallito il penalty nella partita del campionato serbo poi persa 1-0. “Dobbiamo aspettare finché un hooligan ucciderà uno dei nostri giocatori?” ha commentato il presidente del sindacato, Mirko Poledica, secondo il quale né la Federcalcio serba né la Lega hanno reagito all’episodio.”Mi sembrava di essere in un film” ha raccontato Udovicic, descrivendo l’irruzione di un gruppo di tifosi nello spogliatoio. Che gli hanno chiesto se aveva sbagliato il rigore per influenzare il risultato della partita contro il Rad Belgrado. Udovicic ha detto che non ha intenzione di tornare a Novi Pazar, città vicina al confine con il Kosovo.

(Ansa)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy