Lucescu imbriglia Guardiola,Bayern in 10 fa 0-0

di Redazione, @forzaroma

“Saremmo eroici se riuscissimo ad eliminare il Bayern” aveva detto alla vigilia Mircea Lucescu presentando la sfida tra il suo Shakhtar ed il Bayern Monaco, andata degli ottavi di Champions. La prima metà della sfida finisce 0-0, ma il tecnico rumeno se l’aggiudica ai punti per la saggezza tattica con cui imbavaglia l’avversario, in un confronto che sembrava segnato. Se non altro perché la squadra di Donetsk gioca la prima partita ufficiale del 2015 (il campionato ucraino riprende a fine mese), mentre i bavaresi vengono dall’8-0 all’Amburgo nell’ultimo turno di Bundesliga. Forse non basterà per uscire indenni dall’Allianz Arena, ma per stasera la diga eretta davanti a Pyatov regge senza eccessivi affanni, soprattutto dopo che il Bayern resta in 10 per l’espulsione di Xabi Alonso. Nei -5 gradi della serata di Leopoli, lo Shakhtar interpreta alla perfezione la partita. Attende il Bayern tra la linea di centrocampo ed il limite della propria area, cercando l’occasione per una ripartenza, portando sempre un pressing asfissiante. Il Bayern fa tanto possesso palla (70%), ma sterile. Gli attaccanti di Guardiola concludono solo in un paio di occasioni (con Mueller e Ribery, tiri sopra la traversa), mai in modo “comodo”. L’unica vera parata dei primi 45′ la compie Neuer, su una punizione di Rakitskiy (25′). Visti i buoni risultati, lo Shakhtar non cambia atteggiamento nella ripresa: compatto nelle retrovie, ma pronto al contropiede. E la maggiore tecnica del Bayern continua ad infrangersi contro la dedizione tattica degli ucraini, con Robben sempre braccato da 2-3 avversari. Al 20′ tedeschi in 10: secondo giallo per Xabi Alonso (fallo su Alex Teixeira). Guardiola toglie una punta (Mueller) per un centrocampista (Badstuber). Poi fuori Goetze, dentro Lewandowski. Anche in superiorità lo Shakhtar non alza il ritmo. Ora lo 0-0 va bene a a tutti. La qualificazione resta aperta ed a Monaco il Bayern dovrà stare attento, Lucescu certo ha già in mente qualche sorpresa. (ANSA).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy