Coppa Italia in cinque giorni: Inter, Juve e Milan si ribellano

I nerazzurri suggeriscono una provocazione: scendere in campo a Napoli con la Primavera

di Redazione

La ripartenza affidata alla Coppa Italia è stata subito definita sconcertante, considerando anche che si potrebbe giocare per 120 minuti con i supplementari (ma su questo punto la Lega è al lavoro per abolirli: in caso di parità si andrebbe subito ai rigori). L’Inter è in capo alla protesta tanto da suggerire una provocazione: a Napoli i nerazzurri scenderanno in campo con la formazione Primavera.

Nella prima settimana di ripresa i nerazzurri infatti  potrebbero dover giocare tre partite. Semifinale di Coppa il 14, potenziale finale del 17 a Roma, e ripresa del campionato tre giorni più tardi oltre a poter essere chiamata al recupero della venticinquesima giornata con la Sampdoria. Il rischio è che un tale tour de force per le squadre impegnate in Coppa finisca per offrire un vantaggio fisico importante agli avversari. Il presidente rossonero Scaroni ha definito “discutibile l’idea di voler assegnare un trofeo con due partite in tre giorni e con le squadre in campo dopo oltre tre mesi”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy