Coronavirus, Albertini: “15-20 giorni di reclusione per recuperare la libertà”

Coronavirus, Albertini: “15-20 giorni di reclusione per recuperare la libertà”

L’ex vicepresidente della FIGC Demetrio Albertini ha parlato dell’emergenza Coronavirus

di Redazione

L’ex presidente della FIGC Demetrio Albertini ha parlato dell’emergenza Coronavirus nel mondo dello sport. Queste le sue parole ai microfoni del Mundo Deportivo: “Nonostante la maggior parte dei pazienti siano anziani ho anche amici di 20 e 40 anni che sono in ospedale per il coronavirus. Non si tratta di esser un supereroe, ma di essere responsabile e chiudersi in casa. Sono 15-20 giorni di reclusione per poter recuperare la libertà. Non è uno scherzo, tutti devono essere chiusi in casa. È responsabilità del Governo ma anche di uno di noi”. Sulle sue giornate: “Esco solo per andare al supermercato e lo faccio con mascherina e guanti. È un cambio di vita incredibile. Ora i miei figli stanno facendo lezione su Internet. Io faccio smart-working perché lavoro per la Federazione con la quale faccio videoconferenze e sono in contatto diretto col presidente della Federazione”.

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy