Italia, Mancini: “Il calcio è fatto di tifosi e le società hanno bisogno di aiuto”

Il Ct della nazionale italiana, Roberto Mancini ha parlato della questione relativa alla riapertura degli stadi

di Redazione

Il Commissario Tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini ha parlato della questione relativa alla riapertura al pubblico degli stadi. Queste le sue parole in occasione del Premio Scopigno: “Spererei di vedere più gente allo Stadio, questo è il primo augurio. Visto che si gioca all’aperto, mi sento di dire che non sia un grande pericolo aprire gli stadi ad un maggior numero di spettatori. Vedo altri campionati che hanno chiuso prima di noi e che ora giocano con diverse migliaia di spettatori allo stadio. Lo sport si vive col pubblico, credo che in uno stadio come l’Olimpico possa contenere in queste condizioni ventimila persone. È una brutta abitudine quella di vedere le partite solo da casa, il calcio è fatto di tifosi e le società hanno anche bisogno di un aiuto dal botteghino. Così hanno delle grandi difficoltà, adesso si possono fare uno o due passi in più per aiutare i club senza alcun pericolo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy