La Premier League trema: l’Arsenal mette in auto isolamento i suoi giocatori

La Premier League trema: l’Arsenal mette in auto isolamento i suoi giocatori

 L’approccio del calcio inglese, diretto dai consigli del governo è quello di “mantenere la calma e andare avanti”, sembra sempre più fuori passo rispetto a quello di altri paesi. Ci sono timori crescenti per la fattibilità delle prossime partite e, di conseguenza, per l’intera stagione della Premier, che come molte competizioni (anche Uefa) vanno verso l’inevitabile sospensione.

di Redazione

La partita di Premier League tra Manchester City e Arsenal allo stadio Etihad di mercoledì è stata rinviata “come misura precauzionale” a causa dell’epidemia di coronavirus. lo ha riferito il board della  Premier League. In seguito alla notizia che il proprietario dell’Olympiakos Evangelos Marinakis aveva contratto il virus, l’Arsenal ha confermato che un numero imprecisato di giocatori senza nome ha incontrato Marinakis dopo il pareggio di Europa League del 27 febbraio e che quei giocatori sono ora in isolamento.

Marinakis è stato visto in campo agli Emirati dopo la vittoria dell’Europa League dell’Olympiakos, applaudendo i tifosi in trasferta dopo il fischio a tempo pieno. Mercoledì mattina l’Arsenal ha rilasciato una dichiarazione con maggiori dettagli su chi è stato esposto direttamente a Marinakis quella notte.

“Abbiamo identificato che un certo numero di giocatori ha incontrato il proprietario dell’Olympiakos immediatamente dopo il gioco”, leggi la dichiarazione. “La consulenza medica che abbiamo ricevuto pone il rischio che sviluppino Covid-19 a livelli estremamente bassi. Tuttavia, stiamo seguendo rigorosamente le linee guida del governo che raccomandano a chiunque entri in stretto contatto con qualcuno con il virus di autoisolarsi a casa per 14 giorni dall’ultima volta che ha avuto contatti.

“Di conseguenza, i giocatori non sono disponibili per la partita di stasera contro il Manchester City e la Premier League ha deciso che la partita dovrebbe essere posticipata. I giocatori rimarranno nelle loro case fino alla scadenza del periodo di 14 giorni. Quattro membri dell’Arsenal, che erano seduti vicino a Mr Marinakis durante la partita, rimarranno a casa fino al termine dei 14 giorni”.

L’approccio del calcio inglese, diretto dai consigli del governo è quello di “mantenere la calma e andare avanti”, sembra sempre più fuori passo rispetto a quello di altri paesi. Ci sono timori crescenti per la fattibilità delle prossime partite e, di conseguenza, per l’intera stagione della Premier, che come molte competizioni (anche Uefa) vanno verso l’inevitabile sospensione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy