Caos Asl-Nazionali: c’è chi parte e c’è chi resta

Furia Marotta: “I campionati vengono alterati”

di Redazione

La Nazionale italiana si raduna in queste ore in vista della gara amichevole con l’Estonia e per quelle di Nations League con Polonia e Bosnia.

Come comunicato dalla Figc, rispetto al gruppo di 41 convocati 18 calciatori sono in arrivo al Centro Tecnico federale di Coverciano: Belotti, Bernardeschi, Calabria, Cragno, Criscito, Di Lorenzo, El Shaarawy, Emerson, Gagliardini, Grifo, Lasagna, Orsolini, Pellegri, Luca Pellegrini, Pessina, Sirigu, Soriano e Tonali. E’ stato invece estromesso dalla lista dei convocati Ogbonna, infortunatosi ieri. Da valutare Romagnoli dopo l’indisponibilità prima di Milan-Verona.

Previsto per martedì sera l’arrivo di un altro gruppo di 8 calciatori, ai quali il Ct già in fase di convocazione aveva concesso 48 ore in più: Bonucci, Chiesa, Donnarumma, Florenzi, Insigne, Jorginho, Kean e Meret. Con loro, è previsto l’arrivo dei tre calciatori del Sassuolo (Berardi, Caputo e Locatelli), per i quali l’isolamento fiduciario dovrebbe completarsi appunto martedì.

Restano tutt’ora in isolamento fiduciario infine i seguenti calciatori (10): Acerbi, Barella, Biraghi, Castrovilli, Cristante, D’Ambrosio, Immobile, Mancini, Lorenzo Pellegrini, Spinazzola (tra l’altro uscito per infortunio in Genoa-Roma). I giocatori risponderanno alle rispettive convocazioni in accordo e nei tempi concordati con le autorità sanitarie competenti. 

Le ASL regionali di riferimento non hanno permesso la partenza dei calciatori per le rispettive nazionali perché le squadre in questione attualmente sono ‘nella bolla’ e, come indicato, tale scelta spetta alle singole autorità sanitarie che decidono in autonomia l’una dall’altra.

Tutto è partito da Firenze con la ASL Toscana Centro che non ha autorizzato la partenza dei 13 giocatori della Fiorentina nelle rispettive nazionali nonostante ci fosse un solo positivo, José Maria Callejon. Il gruppo viola è in isolamento fiduciario e resta in bolla dopo l’alt della Asl.

Ma la differenza di valutazione delle singole Asl non viene però accettata dall’Inter. La furia dell’a.d. dell’Inter Beppe Marotta che giusto una settimana fa aveva lanciato l’allarme relativo alla sosta della nazionale. “Se davanti a un caso di positività questa è la gestione complessiva della situazione, allora dico “boicottiamo le nazionali”. Sì, lo dico sul serio. Qui ne va della credibilità del sistema. Il calcio deve andare avanti, fa comodo a tutti. E allora il Governo ci dia una mano. E fissi regole certe. Se dovesse servire un momento di stop, propongo di fermarci tutti per 15 giorni, fissare un regolamento chiaro e uguale per tutti, e poi si riparta. Questa è una brutta figura per tutto il calcio italiano”.

L’elenco dei convocati

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan)**, Alex Meret (Napoli)**, Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio)*, Cristiano Biraghi (Fiorentina)*, Leonardo Bonucci (Juventus)**, Davide Calabria (Milan), Domenico Criscito (Genoa)*, Danilo D’Ambrosio (Inter)*, Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Paris Saint Germain)**, Gianluca Mancini (Roma)*, Luca Pellegrini (Genoa)*, Alessio Romagnoli (Milan), Leonardo Spinazzola (Roma)*;

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter)*, Gaetano Castrovilli (Fiorentina)*, Bryan Cristante (Roma)*, Roberto Gagliardini (Inter)*, Frello Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Sassuolo)*, Lorenzo Pellegrini (Roma)*, Matteo Pessina (Atalanta), Roberto Soriano (Bologna), Sandro Tonali (Milan);

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo)*, Federico Bernardeschi (Juventus), Francesco Caputo (Sassuolo)*, Federico Chiesa (Juventus)**, Stephan El Shaarawy (Shanghai Shenua), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio)*, Lorenzo Insigne (Napoli)**, Moise Bioty Kean (Paris Saint Germain)**, Kevin Lasagna (Udinese), Riccardo Orsolini (Bologna), Pietro Pellegri (Monaco);

* risponderanno alla convocazione in accordo e nei tempi concordati con le autorità sanitarie competenti
**sono autorizzati a raggiungere il raduno martedì 10 novembre entro le ore 22

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy