EURO 2020: Vittorie per Francia, Turchia e Islanda

EURO 2020: Vittorie per Francia, Turchia e Islanda

Vince anche l’Islanda che, terza in classifica, si impone 2-1 in casa della Moldavia grazie alle reti dell’ex Sampdoria e Pescara Bjarnason (17°) e Sigurdsson (65°)

di Redazione

Arrivano i campioni del mondo della Francia a inaugurare l’Air Albania Stadium di Tirana, ma il nuovo impianto comincia con una sconfitta della nazionale di casa. La squadra di Reja, infatti, cede alla Francia di Deschamps nell’ultima gara valida per il girone D delle qualificazioni agli Europei del 2020. Blues gia’ sicuri del pass per la fase finale che sbloccano il risultato al 9° con Tolisso e raddoppiano al 30° con Griezmann. Con questo successo la Francia chiude il girone al primo posto con 25 punti in 10 gare, mentre l’Albania del tecnico italiano Edy Reja al quarto posto con 13 punti. L’altra squadra qualificata del girone e’ la Turchia di Demiral e Calhanoglu che, gia’ sicura della qualificazione, vince 2-0 in Andorra grazie alla doppietta di Enes Unal (in gol al 17° e al 21°) e chiude il girone a quota 23. Vince anche l’Islanda che, terza in classifica, si impone 2-1 in casa della Moldavia grazie alle reti dell’ex Sampdoria e Pescara Bjarnason (17°) e Sigurdsson (65°), con quest’ultimo che al 78° ha anche fallito un calcio di rigore. Di Milinceanu (56°) il momentaneo 1-1 moldavo.

LE ALTRE

L’Inghilterra chiude il cammino delle qualificazioni agli Europei del 2020 vincendo 4-0 in Kosovo. Gli inglesi, gia’ sicuri del pass per la fase finale, vanno al riposo in vantaggio sull’1-0 grazie al gol di Winks e poi dilagano negli ultimi dieci minuti di gara con Kane, Rashford e Mount nel recupero. Tra i kosovari in campo due conoscenze del nostro campionato: Rrahmani del Verona e Berisha della Lazio. Nell’altra gara del girono la Bulgaria ha superato di misura la Repubblica Ceca del doriano Jankto (in campo per 90 minuti) con la rete di Bozhikov. Vittoria di fatto inutile poiche’ la nazionale ceca era gia’ qualificata alla fase finale, cosi’ come l’Inghilterra, con la nazionale bulgara quindi gia’ fuori dai giochi. La gara e’ stata giocata allo stadio Vasil Levski di Sofia a porte chiuse, dopo la decisione dell’Uefa di chiudere l’impianto per un turno a causa dei cori dei tifosi bulgari nei confronti dei calciatori di colore inglesi, con Sterling preso particolarmente di mira, durante il match di qualificazione del 14 ottobre scorso (vinto dagli inglesi per 6-0).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy