Italia, Mancini: “Svizzera avversaria tosta. Possiamo ancora migliorare in questi mesi”

Il Ct dell’Italia, Roberto Mancini ha commentato i sorteggi di qualificazione al mondiale Qatar 2022

di Redazione

Il Commissario Tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini ha commentato i sorteggi dei gironi di qualificazione al mondiale Qatar 2022 e ha parlato dell’Italia che si appresta a disputare l’Europeo. Queste le sue parole ai microfoni di Sky Sport: “Siamo a quattro mesi dall’inizio, oggi è prematuro fare un’analisiLa Svizzera è ostica, non sarà semplice. Poteva essere nelle teste di serie, mentre le altre sono più abbordabili. Poi nel gruppo si vince per uno o due punti, le partite vanno affrontate con la massima concentrazione sempre”. Spazio, ovviamente, anche al lavoro fatto in questi due anni e mezzo e alle sensazioni in vista dell’Europeo: “Sono molto felice per il lavoro anche dei giocatori, che si sono amalgamati velocemente dando qualità in campo e fuori. Abbiamo anche raggiunto obiettivi importanti in breve tempo. Mi fa molto piacere che i tifosi si siano riavvicinati alla Nazionale, vuol dire che Abbiamo fatto un ottimo lavoro. E’ un orgoglio per tutti noi.

Zaniolo
Spero di averlo già per le qualificazioni. A marzo saranno passati sei mesi, ci può stare. E’ giovane e forte ma non deve forzare ovviamente. Spero per marzo, ma comunque per l’Europeo lo avremo sicuramente“.

Jorginho, Verratti centrocampo super
A centrocampo siamo messi molto bene. Locatelli con noi ha debuttato in Olanda facendo una partita pazzesca ma ne abbiamo tanti altri come Sensi, Pellegrini, Castrovilli, Cristante, Tonali. Locatelli può giocare anche come play, molti della rosa possono giocare anche interni o esterni d’attacco. Siamo messi molto bene“.

La rosa è già fatta?
Ci sono tanti giocatori, valuteremo a maggio quelli che staranno meglio. Sperando che non ci siano infortuni“.

Come sta l’Italia rispetto alle altre?
Ci sono squadre più preparate di noi. Come la Francia, il Portogallo o il Belgio. Ma anche l’Olanda e la Spagna. Io credo che l’Italia possa ancora migliorare in questi mesi, faremo del nostro meglio“.

Immobile
Spesso si parla troppo degli attaccanti stranieri, ma noi dobbiamo pensare che è la Scarpa d’Oro. Con noi gioca sempre bene. Poi ovvio che nel club possa rendere meglio perché gioca e si allena sempre con i compagni. Ma siamo felici di lui e di chi abbiamo in attacco“.

Bernardeschi e Chiesa?
Possono fare entrambi le due fasce in attacco, sono in grado di fare bene sia a destra che a sinistra“.

Kean
Quando è venuto con noi ha giocato quasi sempre giocato. Quello del centravanti è il suo ruolo naturale, per l’età che ha è un giocatore importante, anche per noi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy