AIAC, Beretta: “Sulle scadenze bisognerà trattare con i vari club”

L’ex allenatore di Parma e Torino, oggi consigliere FIGC in quota AIAC, Mario Beretta ha parlato dei temi relativi alla ripresa del campionato di Serie A

di Redazione

L’ex allenatore di Parma e Torino tra le altre, oggi in carica come consigliere FIGC in quota AIAC, Mario Beretta ha parlato dei temi relativi alla ripresa del campionato di Serie A. Queste le sue parole ai microfoni di Radio Sportiva: “Dovremo discutere della proposta della Lega e prendere una decisione per far sì che ci siano regole certe alla ripresa ufficiale del campionato. Domani sarà sicuramente un motivo centrale di discussione. Non c’è una posizione degli allenatori, ufficialmente abbiamo solo votato nella scorsa assemblea. Ognuno ha i propri interessi e cerca di perseguirli”.

Rischio infortuni
Alcuni temi sono prioritari, come quello della tutela dei redditi più bassi come ad esempio la Serie C o i settori giovanili. Dal punto di vista tecnico c’è un fattore nuovo: siamo di fronte a un nuovo campionato con qualche problematica fisica e atletica, oltre che di intensità di gioco e con gare a porte chiuse”.

Cinque sostituzioni
Novità interessante, già accade in C. Sarà un aspetto da valutare alla luce di gare ogni tre giorni, tenendo conto che significa cambiare metà squadra e incidere molto sulla partita. Probabilmente chi ha una panchina più lunga potrà trarre vantaggio, ma anche chi è abituato già a giocare ogni tre giorni avendo le coppe“.

Contratti in scadenza al 30 giugno
Anche per gli allenatori c’è la questione, oltre a chi è ancora sotto contratto il prossimo anno. Bisognerà fare una trattativa con i vari club anche se non abbiamo ancora indicazioni dall’AIAC“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy